Skip to content

La conclusione mediante rappresentanza

Per la conclusione del contratto è importante la figura della rappresentanza: è lo strumento attraverso il quale un soggetto può concludere un negozio, o un contratto per mezzo di un altro soggetto, che agisce per nome e per conto suo, tramite una delega.

La delega si ha verso la procura, cioè atto con il quale si chiama un soggetto per rappresentarmi.
1. per nome e per conto: es. l'avvocato firma ogni cosa per nome e per conto del suo cliente; rappresentanza diretta;
2. per conto: es. uno vuole comprare una macchina, mi dà la delega per andare a trovarla, una volta trovata la posso solo fermare perché io non ho potere di firma per acquistarla per nome di un altro; rappresentanza indiretta.

Ogni contratto può essere concluso personalmente dalle due parti, oppure per mezzo di un rappresentante: il rappresentante forma e dichiara la volontà negoziale mentre gli effetti del contratto si producono direttamente in capo al rappresentato.

Il nostro ordinamento prevede due tipi di rappresentanza, art. 1387.
Lo stesso articolo dice che la rappresentanza può essere conferita dalla legge o dall'interessato:
1. rappresentanza legale; imposta dalla legge (es. molti atti per quanto riguarda i figli vengono effettuati dai genitori);
2. rappresentanza volontaria, quando sono le parti a stabilirlo.
di Adriana Capodicasa
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.