Skip to content

La cultura organizzativa

La cultura organizzativa è un sistema di cognizioni socialmente acquisite e condivise ce forniscono agli attori gli schemi mentali per percepire-interpretare-valutare-agire.
La cultura organizzativa è interpretabile come una struttura di codici di senso, espressi in un sistema simbolico, che indirizza il comportamento degli attori organizzativi, sia in occasione di eventi collettivi unici e straordinari, sia in occasione di attività e interazioni quotidiane.
Si possono individuare tre livelli di cultura organizzativa:
Livello degli artefatti: è il livello di osservazione più immediato quello che si vede, che si ascolta non appena si entra in azienda.
Livello dei valori dichiarati: i valori attengono alla sfera morale delle convinzioni e dei giudizi di preferibilità.
Livello degli assunti taciti e condivisi: guarda alla prospettiva storica della cultura, va a indagare quali fossero i valori diffusi dal fondatore all’inizio della storia dell’impresa e che ne hanno decretato il successo.
La cultura organizzativa può essere una risorsa, ma può anche causare un fallimento soprattutto nelle situazioni di rapido e radicale cambiamento.

di Giulia Mestre
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.