Skip to content

La diagnosi del vantaggio competitivo: ambiguità causale e l'imitabilità incerta

Se un’impresa vuole avviare una manovra imitativa, deve comprendere le basi del successo del rivale. Si consideri il successo di Wal-Mart nella vendita al dettaglio discount. E’ facile per Kmart indicare le differenze fra Wal-Mart e se stessa, più difficile è individuare quali differenze spiegano la diversa redditività tra i due concorrenti.

Il problema per Kmart è definito da Lippman e Rumelt come ambiguità causale. Quanto più il vantaggio competitivo di un’impresa è multidimensionale e quanto più ogni dimensione del vantaggio competitivo è basata su un insieme complesso di competenze organizzative, tanto più è difficile diagnosticare le determinanti del successo. Il risultato dell’ambiguità causale è l’imitabilità incerta: qualsiasi tentativo di imitare la strategia è soggetto ad un successo incerto.
di Domenico Valenza
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.