Skip to content

La dichiarazione del terzo di voler beneficiare della stipulazione

Tale dichiarazione non è, come detto, elemento perfezionativo della validità del contratto né vale a rendere il terzo parte del contratto intercorso tra lo stipulante ed il promittente: ad essa consegue il solo effetto di determinare la consumazione del potere di rifiuto che compete al terzo e l’estinzione del potere di revoca dello stipulante.
La dichiarazione del terzo di voler profittare della stipulazione in suo favore configura un atto unilaterale recettizio, che deve essere portato a conoscenza sia dello stipulante, sia del promittente: rispetto al primo si spiega con il fatto che essa determina l’estinzione del potere di revoca; rispetto al secondo si spiega in considerazione dell’esigenza di rendere certa la posizione giuridica di quest’ultimo.

di Stefano Civitelli
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.