Skip to content

La forma artigiana e il problem solving

La forma artigiana è adatta al governo di attività che non possono essere dirette e controllate direttamente da una sola persona al vertice del’organizzazione, ma richiedono una professionalità diffusa e l’attribuzione di una maggiore discrezionalità di scelta al nucleo operativo.
La forma artigiana ruota attorno al nucleo operativo, che è un vero e proprio problem solver:
° fa leva sulle conoscenze tecniche ed esperienze specifiche per affrontare e risolvere i problemi operativi
° si trova spesso a diretto contatto con i clienti
Nella forma artigiana la supervisione diretta non è efficace come modalità di coordinamento, come coordinamento viene utilizzata la standardizzazione delle conoscenze.
In questo tipo di organizzazioni il processo di decentramento decisionale avviene attraverso:
° il progressivo coinvolgimento dei lavoratori del nucleo operativo nei processi decisionali e la socializzazione della conoscenza
° gli interventi organizzativi
° lo sviluppo di sistemi informativi diffusi e spesso basati sulle nuove tecnologie
l’apprendimento organizzativo coinvolge la creazione, l’adattamento, la moltiplicazione del sapere al fine di migliorare la performance organizzativa. Esistono due tipi di apprendimento:
1. apprendimento a ciclo singolo: ha lo scopo di apportare miglioramenti continui alle operazioni correnti.
2. apprendimento a doppio ciclo: modifica gli assunti di base e i valori che informano le decisioni dell’organizzazione, è più rilevante per attività complesse, non pianificabili e ripetitive.
di Giulia Mestre
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.