Skip to content

La legittima difesa: la difesa proporzionata

Difesa proporzionata, deve esserci un rapporto di equilibrio tra disvalore del fatto aggressivo e di quello difensivo.
Tale rapporto si ricava valutando:
- bene giuridico che viene danneggiato;
- intensità dell’offesa al bene danneggiato;
- intensità del pericolo al bene aggredito.
In ogni caso viene valutata anche la meritevolezza, in quanto si deve tener conto della situazione psichica del difensore e quindi valutare caso per caso la sua possibilità a conformarsi alla proporzionalità.
La recente riforma sulla legittima difesa ha introdotto i commi 2 e 3 all’art. 52 c.p. i quali prevedono una “presunzione” di proporzionalità tra fatto aggressivo e difensivo qualora il pericolo di aggressione avvenga in situazione di violazione di domicilio o in luoghi commerciali o imprenditoriali.
Ovviamente tale presunzione si applica insieme al principio di necessità del fatto difensivo e di attualità del pericolo.
di Stefano Civitelli
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.