Skip to content

La nascita del sistema capitalistico


Weber considerava non capitalistica l'Europa Medievale, quindi si poneva il quesito: perchè il sistema capitalistico nasce nel XVI secolo? Noi contemporanei che sappiamo che l'Europa cattolica era perfettamente in grado, almeno fino alla Riforma, di creare un'economia capitalistica, ci poniamo la domanda: perchè abbandonano i vecchi centri cattolici per formare un'economia capitalistica in centri protestanti?
La risposta è sempre religiosa: perchè furono espulsi per motivi religiosi. I lucchesi erano mercanti di seta pressati dall'Inquisizione per le loro posizioni eretiche, come i comaschi e i milanesi. I fiamminghi sfuggivano dal sud al nord dei Paesi Bassi per le persecuzioni del Tribunale del Duca D'Alba. Gli abitanti di Anversa perchè costretti da Alessandro Farnese a scegliere tra fede cattolica o esilio.
Ma fuggivano perchè protestanti? No ovviamente. Appartenevano ad una posizione che in mancanza di altri termini chiameremo erasmiana. Cristiani cattolici che respingevano o ignoravano gran parte della nuova impalcatura esteriore del cattolicesimo ufficiale, criticata perchè assorbiva energie e immobilizzava ricchezze senza alcun rapporto con la religione. Alla chiesa che affermava che il sacerdozio era una condizione più santa di quella secolare rispondevano che la vocazione secolare, se santificata dalla fede interiore nella sua pratica quotidiana, era non meno santa del sacerdozio.
Insomma se Weber aveva ragione certamente sulla “vocazione” ma non sul fatto che essa dovesse necessariamente appartenere ad un protestante.

di Gherardo Fabretti
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.