Skip to content

La nullità del contratto

  Le cause della nullità di un contratto fanno parte di 3 categorie:

1. mancanza di uno degli elementi essenziali. Il contratto sarà nullo poiché:
- le parti non hanno raggiunto un accordo;
- manca la causa o l'oggetto. Per quanto riguarda la forma, la nullità è richiesta dalla legge solo in alcuni casi, poiché come sappiamo la forma non è un elemento essenziale del contratto.

2. Illiceità della causa, impossibilità, indeterminatezza e indeterminabilità dell'oggetto, illiceità del motivo, illiceità della condizione sospensiva o risolutiva, impossibilità della condizione sospensiva;

3. La legge prevede la nullità di un certo contratto o di determinate clausole quale sanzione per la violazione di alcune norme.

La nullità può essere:

• Totale. Se la legge non prevede nulla, si deve accertare se tutte e due le parti avrebbero avuto un egual interesse a concludere il contratto, qualora fossero state a conoscenza della nullità della clausola. Se è vero che questa clausola sbagliata era la parte fondamentale del contratto stipulato, allora il contratto verrà subito dichiarato nullo.

• Parziale. È parziale quando colpisce solo una delle clausole di un contratto. In questo caso tale clausola si considera come non apposta. Questa clausola sbagliata viene tolta, solo però quando la legge prevede che essa possa essere sostituita da una clausola corretta.

Una caratteristica della nullità è quella di non prevedere alcuna forma di sanatoria del difetto.
C'è un'eccezione però:
– la conversione del contratto nullo, in base al quale quest'ultimo può produrre gli effetti di un contratto diverso, del quale contenga i requisiti di sostanza e di forma.

Altra caratteristica della nullità è che l'azione giudiziale diretta a farla dichiarare può essere proposta da:
1. chiunque abbia un interesse anche se non fa parte delle parti che hanno stipulato il contratto;
2. senza limiti di tempo, l'azione infatti è imprescrittibile;
3. dell'usucapione;
4. delle azioni di ripetizione dell'indebito.
di Adriana Capodicasa
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.