Skip to content

La partecipazione degli utenti e dei loro portavoce nella valutazione del servizio sanitario

La partecipazione degli utenti alla valutazione di un grande servizio pubblico o mutualistico come quello sanitario, che mediamente costa il 10% del prodotto interno lordo dei paesi industrializzati, rappresenta una condizione perchè i cittadini contribuenti continuino a garantire concretamente la loro fedeltà al sistema di solidarietà fra sani e malati e fra generazioni giovani ed anziane.
Spetta al singolo cittadino scegliere fra le ipotesi di intervento quella che ha buone probabilità di realizzare meglio il suo ideale di salute. Quindi la valutazione del singolo cittadino deve prevalere, sia pure come possibilità di rifiuto di un trattamento, su quella che la collettività ha già espresso in sede di programmazione dei servizi sanitari, finalizzata a dettare le priorità da soddisfare con i mezzi pubblici disponibili.
La partecipazione dei cittadini non si deve limitare alla scelta individuale dell'intervento sul proprio corpo, ma si deve estendere al processo di programmazione sanitaria.
di Angela Tiano
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.