Skip to content

La politica e Internet: privacy e libertà nel cyberspazio

In una prima fase di totale deregulation ogni risorsa immessa su internet era di libera fruizione da parte di chiunque. La privacy era coperta dall’anonimato e da un’iniziale difficoltà a rintracciare i percorsi dei messaggi. Internet con la sua incontrollabilità ha indebolito la sovranità nazionale e il controllo statale. Con il tentativo di affermare una regolamentazione su internet, si ha sottoposto il problema sotto l’aspetto della tutela dei minori. Tuttavia ogni tentativo da parte del governo di controllare internet attraverso gli strumenti tradizionali della censura con la repressione diretta, è sempre fallito. Ciononostante si riconosce la necessità oggettiva di rendere sicura e identificare la comunicazione per ricavarne profitti e soprattutto per proteggere i diritti di proprietà intelettuale.
di Asia Marta Muci
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.