Skip to content

La posizione del trasporto rispetto al noleggio

Dal contratto di trasporto bisogna distinguere tutti quei casi in cui un soggetto mette a disposizione di un altro soggetto un veicolo provvisto di conducente obbligandosi, dietro corrispettivo, al compimento di uno o più viaggi a favore della controparte: contratto di noleggio ogni qualvolta taluno si obblighi di effettuare, con il proprio veicolo e la propria organizzazione, uno o più viaggi per conto di altri.
Nell’ambito dei traffici stradali, le imprese di medie e grandi dimensioni, invece di avvalersi di propri mezzi, veicoli e conducenti, affidano l’esecuzione della prestazione ai “padroncini”, piccoli imprenditori estranei all’organizzazione delle imprese per incarico delle quali viaggiano, ma sono sottoposti alla direzione del vettore contrattuale, che ha un’incisiva ingerenza nella gestione del veicolo su cui è indicata la ditta ed è l’unica ad emettere documenti di viaggio e mantiene una completa potestà decisionale su tutte le attività accessorie connesse all’esecuzione del trasporto e ai rapporti con chi ne fruisce e richiede l’effettuazione (modalità non lontani dal noleggio di nave e aeromobile).
Nel contratto di trasporto un soggetto (vettore) si obbliga nei confronti di un altro soggetto (trasportato o mittente) a trasferire persone o cose da un luogo ad un altro mediante una propria organizzazione di mezzi, assumendosi su di sé il rischio del trasporto e spettando a lui la direzione tecnica del trasporto stesso senza alcuna ingerenza del mittente o del trasportato. Nel contratto di noleggio di autoveicolo, il noleggiante si obbliga verso il noleggiatore a compiere con il suo veicolo uno o più viaggi predeterminati nel contratto, da eseguirsi in un determinato periodo di tempo.

di Elisabetta Pintus
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.