Skip to content

La procedura di fronte al giudice d'appello



Anche la procedura di fronte al giudice d'appello è strutturata nella prospettiva della massima semplificazione delle forme. Quindi il legislatore ha deciso che per alcune tipologie di questioni il procedimento si deve svolgere in camera di consiglio, in particolare nel caso di appello contro sentenze di non luogo a procedere e nel caso di appello contro le sentenze emesse nel giudizio abbreviato. Inoltre l'art. 599 c.p.p. disciplina altre ipotesi di decisioni del giudice d'appello in camera di consiglio: quando l'appello ha per oggetto esclusivamente la specie o le misure della pena, il riconoscimento di circostanze attenuanti generiche o di sanzioni sostitutive, la sospensione condizionale della pena.
Tali forme non rendono necessaria la presenza del p.m., quella dei difensori e quella dell'imputato, a meno che quest'ultimo non abbia manifestato la volontà di comparire.
L'art. 599,4 c.p.p. prevede poi un'ulteriore ipotesi di decisione in camera di consiglio, il patteggiamento sui motivi d'appello, con il quale la Corte provvede in camera di consiglio quando le parti ne fanno richiesta dichiarando di rinunciare ad alcuni motivi d'appello e di accoglierne altri.
Il giudice ha un potere di controllo sulla tipologia dell'accordo stipulato dalle parti. Egli può non accogliere la richiesta delle parti e ordinare la citazione a comparire al dibattimento.
Tale patteggiamento è stato dichiarato parzialmente viziato di legittimità costituzionale nel 1990 per contrasto con la legge delega ed è stato successivamente riscritto dal legislatore processuale penale nel 1999, che si è posto in contrasto con le indicazioni della legge delega, ripristinando la situazione precedente.
Oggi è pacificamente consentito ricorrere al patteggiamento anche quando il motivo o i motivi di cui si chiede l'accoglimento riguardano la responsabilità dell'imputato.

di Enrica Bianchi
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.