Skip to content

La propaganda del grande schermo

Con la fine della guerra vengono sfruttate anche le potenzialità propagandistiche del cinema e in particolare vengono diffuse le pellicole statunitensi; il neorealismo invece è accusato di dare una visione distorta della realtà del paese per fini propagandistici, dal mondo cattolico vengono contrastati e boicottati film quali Ladri di biciclette e Umberto D.
Questa corrente è invece difesa dalla sinistra e in particolare dal Pci.
di Anna Carla Russo
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.