Skip to content

La religione in Marx

Secondo Marx, Feuerbach, pur avendo sottolineato la naturalità dell’uomo, ha perso di vista la sua storicità, non rendendosi conto che l’uomo più che natura è società, e quindi storia. Un secondo punto che divide i due è l’interpretazione della religione. Pur avendo scoperto il meccanismo generale dell’alienazione religiosa, per cui non è Dio a creare l’uomo, ma l’uomo a proiettare Dio sulla base dei propri bisogni, Feuerbach non coglie le cause reali del fenomeno religioso.

La religione è per Marx il prodotto di un’umanità alienata e sofferente per le ingiustizie e l’unico modo per eliminarla non è la critica filosofica ma la trasformazione rivoluzionaria della società.
di Domenico Valenza
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.