Skip to content

La validità della licenza di esercizio e i casi di sospensione e di revoca

Il Regolamento disciplina anche la validità della licenza d’esercizio e i casi di sospensione e di revoca della stessa, per fare in modo che i controlli perdurino per tutto l’arco di tempo in cui le imprese operano.
Per quanto riguarda la validità, la licenza d’esercizio non ha limiti di durata, rimanendo operativa per tutto il tempo in cui il vettore aereo comunitario soddisfa le condizioni, che vengono accertate ogni 2 anni, quando si sospetta l’esistenza di un problema oppure quando viene richiesto dalla Commissione. L’ENAC prevede un anno dopo il rilascio e poi ogni due anni. Vi sono situazioni in cui l’impresa aerea è tenuta a chiedere la conferma della licenza, fatto che accade se essa non ha iniziato l’attività entro 6 mesi dal rilascio della licenza stessa oppure se ha sospeso l’attività per oltre 6 mesi. Può essere oggetto di richiesta di conferma quando si verificano cambiamenti di uno o più elementi che influiscono sulla situazione giuridica di un vettore comunitario: i vettori devono notificare all’autorità competente in anticipo i programmi relativi all’attivazione di un nuovo servizio aereo su una rotta mai servita o qualunque altra modifica sostanziale in relazione alla portata della loro attività, la previsione di eventuali fusioni o acquisizioni; entro 14 giorni ogni cambiamento di proprietà che incida in misura superiore al 10% del capitale complessivo. Se l’autorità competente ritiene che questi cambiamenti siano significativi, richiede la presentazione di un piano economico riveduto relativo a un periodo di almeno 12 mesi e decide entro 3 mesi dal ricevimento di tutte le informazioni necessarie, se il vettore aereo sia in grado o meno di far fronte ai suoi impegni effettivi e potenziali.
In ogni momento l’autorità può decidere di verificare i risultati finanziari di un vettore aereo comunitario e, se non lo ritiene idoneo, procede a sospendere o a revocare la licenza; se sussiste una prospettiva realistica di ristrutturazione finanziaria della compagnia aerea, l’autorità può rilasciare una licenza provvisoria di durata non superiore a 12 mesi a condizione che non vi siano pericoli per la sicurezza. Se invece ci sono dei chiari segnali della presenza di problemi finanziari o ci sono procedimenti per insolvenza, l’autorità deve entro 3 mesi effettuare un riesame della conformità della licenza d’esercizio alle prescrizioni della norma in esame.
La licenza può inoltre essere sospesa o revocata: se i bilanci certificati non vengono trasmessi dal vettore aereo all’autorità entro un mese scaduto il termine di 6 mesi dall’ultimo giorno del relativo esercizio finanziario, se il vettore aereo comunitario trasmette informazioni false, se il COA è stato sospeso o ritirato, se vengono meno i requisiti di onorabilità in capo al vettore aereo.
L’autorità competente deve rendere pubbliche le procedure e comunicarle alla Commissione.
di Elisabetta Pintus
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.