Skip to content

Le Politiche per la concorrenza

Descriveremo ora i “meccanismi di concorrenza” che possono realizzarsi e produrre effetti benefici sulle condizioni macro e micro di efficienza e efficacia. Questi meccanismi non necessariamente consistono in una competizione nel mercato, ma possono anche manifestarsi:
a)  allo stato “potenziale”, rendendo un mercato non direttamente competitivo, bensì contendibile.
b)  “a monte” rispetto alla presenza di una o più imprese in un mercato (concorrenza per il mercato)
c)  in modo “simulato” o “Indiretto” attraverso il confronto delle performance delle imprese, quale strumento di stimolo per il loro miglioramento (yardstick competition).
Per ciascuno di essi si pone un duplice livello di intervento politico, in quanto la “Politica per la concorrenza” è scomponibile in due fasi logicamente distinte:
- creazione di condizioni concorrenziali (promozione della concorrenza)
- mantenimento e tutela delle medesime (politiche di tutela per la concorrenza, con interventi anche di tipo sanzionatorio nei casi di pratiche di “abuso di posizione dominante”)
di Alessia Chiovaro
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.