Skip to content

Le caratteristiche della rappresentanza nei contratti

La rappresentanza realizza una forma di cooperazione sostitutiva nella quale un soggetto (il rappresentante) esercita la propria attività a vantaggio di un altro (dominus o rappresentato), sostituendosi a lui nella cura dei suoi interessi nei confronti di terzi.
Gli effetti dell’attività svolta si producono immediatamente nella sfera giuridica del rappresentato; per ottenere questo risultato l’art. 1388 c.c. richiede tre requisiti: aver agito in nome della presentato (spendita del nome), aver operato nel suo interesse, aver rispettato i limiti delle facoltà consentite.
di Stefano Civitelli
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.