Skip to content

Le curve del costo nel breve periodo

Le relazioni esistenti tra le curve medie e quella marginale rispetto alle curve totali sono simili a quelle esistenti tra le curve del prodotto totale, il prodotto marginale e il prodotto medio.
Il costo medio per un dato livello di output è pari alla pendenza di una linea retta che parte dell'origine e passa per il punto corrispondente della curva del costo; la pendenza di tale linea è il rapporto tra il costo per tale livello di prodotto e il livello di prodotto, che è appunto la definizione del costo medio.
Il costo variabile medio è pari alla pendenza di una linea retta che parte dall'origine e passa per un punto della curva del costo variabile.
Il costo marginale è pari alla pendenza sia della curva del costo sia della curva del costo variabile per un dato livello di prodotto.
Poiché queste due curve sono parallele, esse hanno la stessa pendenza per ogni dato livello di output.
La differenza tra il costo e il costo variabile è il costo fisso, che non influisce sul costo marginale.
Quando la curva del costo marginale si trova sotto quella del costo medio, quest'ultima scende al crescere del prodotto.
Quando la curva del costo marginale si trova sopra quella del costo medio, quest'ultima sale all'aumentare del prodotto
Quando il costo marginale è pari al costo medio, la media, corrispondente al punto minimo della curva del costo medio, non varia.

di Alessia Chiovaro
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Questo appunto non è ancora disponibile in formato PDF.