Skip to content

Le fonti del diritto del lavoro in generale: la interrelazione tra legge e contrattazione collettiva

Una volta abrogato l’ordinamento corporativo, l’unica particolarità sul sistema delle fonti del diritto del lavoro degna di nota è offerta dall’art. 20781 c.c. a mente nel quale gli usi, contrariamente alla regola generale sancita dall’art. 8 disp. prel. c.c., prevalgono sulle norme dispositive di legge se più favorevoli al prestatore di lavoro.
Anche qui si è in presenza di una diversa e rafforzata efficacia della fonte consuetudinaria rispetto a quella legale, ai soli fini, però, dell’integrazione degli effetti del contratto; su questo piano l’efficacia degli usi resta naturalmente dispositiva e quindi derogabile, in ogni caso, dall’autonomia privata individuale o collettiva.
La storia del diritto del lavoro si identifica con quella delle sue fonti: l’autonomia collettiva è infatti produttiva non soltanto di effetti diretti e perciò rilevanti sul piano dell’autonomia negoziale e dell’ordinamento intersindacale, ma altresì di effetti indiretti rilevanti sul piano della formazione dell’ordinamento (e perciò della politica del diritto).
Infatti, le tecniche della ricezione, della consolidazione e dell’estensione dei contenuti della contrattazione collettiva sono tipiche della legislazione del lavoro, la quale si caratterizza sotto questo aspetto per la sua funzione ausiliaria della contrattazione collettiva.
Peraltro, il rapporto tra legislazione e contrattazione collettiva si può sviluppare anche secondo il modello della c.d. legislazione di sostegno dell’attività sindacale e dell’autonomia collettiva, nel quale, viceversa, è lo sviluppo della seconda ad essere promosso per mezzo dell’intervento della prima.
Nell’ambito di tale modello, la legislazione del lavoro ha una funzione promozionale: anziché una ricezione legislativa dei contenuti della contrattazione si ha qui, piuttosto, una incentivazione dell’autonomia collettiva, che della contrattazione è la matrice.
di Stefano Civitelli
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.