Skip to content

Le indagini preliminari del p.m.



Le indagini preliminari del p.m. costituiscono la parte essenziale della fase del procedimento penale e sono finalizzate all'esercizio dell'azione penale, finalità che non contrasta con il fatto che il p.m. debba indagare su fatti e circostanze a favore della persona assoggettata alle indagini. Le indagini su fatti e circostanze a favore della persona assoggettata alle indagini non contrastano con la natura di parte del p.m. sia perché una parte pubblica non può non avere esigenze di giustizia sia perché la formulazione di un corretto giudizio prognostico di responsabilità corrisponde alle funzioni della parte cui è demandato di sostenere l'accusa.
In ordine alle singole indagini preliminari compiute dal p.m. va rilevato come quest'ultimo quando procede ad accertamenti, rilievi segnaletici, descrittivi o fotografici o ad ogni altra operazione tecnica per cui sono necessarie specifiche competenze, può nominare e avvalersi di consulenti, che possono essere autorizzati ad assistere a singoli atti di indagine.
Il p.m. può, inoltre, procedere all'individuazione di persone, di cose o di quant'altro può essere oggetto di percezione sensoriale e può assumere informazioni dalle persone che possono riferire circostanze utili ai fini delle indagini.
Infine, il p.m. può effettuare l'interrogatorio della persona assoggetta alle indagini, ispezioni, confronti, perquisizioni, sequestri ed in genere qualunque attività di indagine utile al fine di decidere se esercitare o no l'azione penale. Può inoltre effettuare l'interrogatorio delle persone imputate in un procedimento connesso o collegato.
Quanto alla documentazione degli atti di indagine preliminare del p.m., la legge prevede una bipartizione degli atti stessi dovendosi distinguere tra gli atti di cui deve essere redatto verbale e gli altri atti. I primi sono costituiti dagli atti non ripetibili  nonché dagli interrogatori e confronti della persona sottoposta alle indagini, dalle sommarie informazioni delle persone che possono riferire circostanze utili ai fini delle indagini, dall'interrogatorio di persona imputata di reato commesso. Tutte le altre indagini preliminari sono documentate mediante la redazione del verbale in forma riassuntiva ovvero, allorquando si tratti di atti a contenuto semplice o di limitata rilevanza, mediante le annotazioni ritenute necessarie.

di Enrica Bianchi
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.