Skip to content

Le indagini preliminari

Le indagini preliminari sono una serie di atti dove si raccolgono elementi di prova per mettere il p.m. nelle condizioni di decidere se esercitare o meno l'azione penale.
La finalità delle indagini preliminari è delineata nell'art. 326 c.p.p., per cui il p.m. e la polizia giudiziaria svolgono, nell'ambito delle rispettive attribuzioni, le indagini necessarie per le determinazioni inerenti all'esercizio dell'azione penale.
Di conseguenza, le indagini preliminari sono finalizzate unicamente ad acquisire elementi di prova al fine di mettere in condizioni il p.m. di decidere se esercitare oppure no l'azione penale.

Il p.m. svolge altresì accertamenti su fatti e circostanze a favore della persona assoggettata alle indagini. Anche le indagini, aventi come oggetto in modo specifico fatti e circostanze a favore della persona assoggettata alle indagini, risultano finalizzate alle determinazioni inerenti all'esercizio dell'azione penale.
Gli atti di indagine preliminare sono coperti dal segreto fino a quando l'imputato non ne possa avere conoscenza e, comunque, non oltre la chiusura delle indagini preliminari. Peraltro, anche quando sia venuto meno l'obbligo del segreto, il p.m., in caso di necessità per la prosecuzione delle indagini, può disporre con decreto motivato, da un lato, l'obbligo del segreto per singoli atti quando l'imputato lo consente o quando la conoscenza dell'atto può ostacolare le indagini riguardanti altre persone e, dall'altro, il divieto di pubblicare singoli atti o notizie specifiche relative a determinate operazioni. Inoltre, nonostante la sussistenza del segreto, il p.m., quando è necessario per la prosecuzione delle indagini, può consentire con decreto motivato la pubblicazione di singoli atti o di parti di essi.
La disciplina della pubblicazione degli atti del processo penale si fonda sulla distinzione tra pubblicazione del semplice contenuto dell'atto e pubblicazione integrale dell'atto stesso. Degli atti di indagine preliminare coperti da segreto è ovviamente vietata qualunque forma di pubblicazione.
I soggetti delle indagini preliminari sono il p.m., la polizia giudiziaria, il giudice per le indagini preliminari (le assiste solo), la persona sottoposta alle indagini (indagato), la persona offesa (la vittima).

di Enrica Bianchi
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.