Skip to content

Lesioni da arma da fuoco: caratteristiche dei colpi a contatto

Sono quelli esplosi nell’arco delle cosiddette brevi distanze (40-50 centimetri).

colpi a contatto: il contatto diretto dell’arma con la cute influenza la morfologia della ferita per azione sia dei gas sia della stessa arma.
Oltre alla presenza dell’orletto di escoriazione, essa può mostrare tipici effetti di scoppio, presentare dimensioni superiori al calibro del proiettile e aspetto irregolare.
L’azione dell’arma si manifesta con impressione a stampo totale o parziale (se il contatto con la cute non è completo), della bocca dell’arma e/o di parti prossime ad essa, utile a determinare la posizione che l’arma aveva colto la cute al momento dello sparo
di Stefano Civitelli
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.