Skip to content

Lessici specialistici e dizionari specialistici

I dizionari specialistici riguardano varietà diafasiche e in particolare comprendono il lessico di un sottocodice come, ad esempio, un dizionario di architettura o di bioetica. Non c’è limite alla specializzazione di un sottocodice. Tali dizionari non contengono quasi mai indicazioni di pronuncia, non danno esempi, e se contengono definizioni, sono di carattere enciclopedico.

Altri tipi di dizionari specialistici che riguardano da vicino i linguisti e gli insegnanti di lingua sono quelli che si concentrano sull’origine e sulla storia della parola, come i dizionari etimologici, i dizionari neologismi, di esotismi; i dizionari di sinonimi e dei contrari, i dizionari analogici, ecc.

La vitalità di una lingua naturale si evince dalla sua capacità di creare terminologia specialistica senza ricorrere troppo spesso al prestito dalla lingua internazionale della scienza che un tempo era il latino e adesso è l’angloamericano. L’italiano da questo punto di vista è meno agguerrito del francese e dello spagnolo e per lo più s’arrende al prestito crudo. Senza invocare interventismi linguistici dall’alto, se il settore della terminologia specializzata fosse lasciato meno in balia dei soli addetti ai lavori, forse l’italiano dei lessici tecnico-scientifici moderni godrebbe di maggior salute.

di Domenico Valenza
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.