Skip to content

Limiti del principio di automaticità e relativi rimedi

Va, però, tenuto conto anche del fatto che il principio di automaticità delle prestazioni non ha valenza assoluta, neppure laddove esso propriamente opera.
Il principio in esame, infatti, trova attuazione solo all'interno dell'arco temporale di prescrizione dei contributi.
In altri termini, l'ente previdenziale, pur non potendo, in via generale, opporre al lavoratore l'inadempimento contributivo del datore, può opporre gli effetti di quell'inadempimento relativamente ai contributi per i quali, nel frattempo, sia decorso il termine di prescrizione; anzi, deve opporli dato il principio di irricevibilità dei contributi prescritti.
Tale limite al principio di automaticità non ha motivo di essere avvertito per tutte quelle prestazioni previdenziali, il diritto alle quali non sia subordinato al raggiungimento di una determinata anzianità assicurativa o contributiva (o, comunque, sia subordinato ad un requisito di anzianità assicurativa e contributiva di durata inferiore al termine di prescrizione).
Diversamente accade, invece, per le prestazioni pensionistiche.
L'effettività del principio risulta comunque sensibilmente rafforzata anche nel regime generale dell'assicurazione obbligatoria per l'invalidità, la vecchiaia e i superstiti, per effetto della norma ai sensi della quale in caso di assoggettamento del datore di lavoro a procedura esecutiva concorsuale, il lavoratore, purché abbia fornito la prova con "documenti di data certa" della effettiva esistenza e della durata del rapporto di lavoro, può richiedere all'istituto di previdenza che, "ai fini del diritto e della misura delle prestazioni, vengano considerati come versati i contributi omessi e prescritti".
Tale rafforzamento, tuttavia, è subordinato al previo infruttuoso esperimento nei confronti dell'imprenditore dell'azione di risarcimento del danno per mancata o irregolare contribuzione, o alla mancata costituzione da parte di costui della rendita vitalizia prevista dalla norma speciale.
Detta disciplina viene riservata ai soli lavoratori dipendenti da imprese soggette a procedure concorsuali.
di Stefano Civitelli
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.