Skip to content

Lo studio dello sviluppo umano

Qual è la natura del cambiamento che caratterizza lo sviluppo? Il cambiamento può essere di  Natura quantitativa (accrescimento,cambiamento graduale, approccio del comportamentismo) o Natura qualitativa (nuove capacità o trasformazione di quelle già presenti, teorie organismiche.)
le teorie si differenziano per il ruolo attribuito ai fattori genetici ed ambientali.

PRINCIPALI APPROCCI ALLO STUDIO DELLO SVILUPPO:
APPROCCIO COMPORTAMENTISTICO --> l’individuo è un organismo docile e plasmabile che ha illimitate capacità di apprendimento. Il cambiamento è dato da cause ambientali, e il metodo di studio ottimale è quello della sperimentazione e dell’osservazione con il massimo controllo. Autori: Skinner (condizionamento classico ed operante,rinforzi positivi o negativi), Bandura, Kuhn.
APPROCCIO ORGANISMICO --> l’organismo è attivo e si autorganizza, il cambiamento è la caratteristica primaria del comportamento, ed è guidato da leggi. Si predilige l’osservazione e sperimentazione con un grado di controllo limitato, strategia di ricerca evolutiva ed induttiva. Autori: Piaget, Vygotskyj, Werner.
APPROCCIO PSICANALITICO --> individuo come organismo simbolico capace di attribuire significati a se stesso e al mondo, cambiamento visto come l’esito di conflitti interni, è un cambiamento qualitativo che solitamente si divide in stadi. Metodi di indagine con il minimo grado di controllo, non si indagano le cause e gli effetti dei comportamenti ma la storia personale. Autori: Freud.
di Adriana Morganti
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.