Skip to content

Malati di AIDS: incompatibilità con il regime carcerario

L’art. 286 bis c.p.p. prevedeva il divieto di custodia cautelare in carcere per le persone affette da AIDS conclamato.
Poi tale articolo stato abrogato perché costituzionalmente illegittimo nella parte in cui non stabiliva il divieto di custodia cautelare in carcere nei confronti di persone affette da AIDS anche quando sussistono esigenze cautelari di eccezionale rilevanza.
L’incompatibilità oggi sussiste solo quando la persona presenta un deficit grave immunitario; negli altri casi sarà il giudice a valutare volta per volta l’effettiva esistenza della incompatibilità.
di Stefano Civitelli
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.