Skip to content

Minore età e atti

Un minore può compiere atti della vita quotidiana (es. comprare le caramelle) attraverso una procura tacita dei genitori
Un minore “adottando” dopo i 12 anni deve essere sentito ai fini dell’adozione, dopo i 14 è necessario il suo consenso.
Un minore dopo i 14 anni può aprire un deposito bancario.
Un minore dopo i 15 anni può stipulare un contratto di lavoro, acquistando così la capacità di esercitare i diritti dipendenti dal contratto (nella stipula del contratto i genitori hanno solo una funzione di assistenza).
Un minore dopo i 16 anni può contrarre matrimonio (con l’autorizzazione del tribunale per i minorenni), riconoscere un proprio figlio, ed è necessario il suo consenso per alcune decisioni in ambito familiare.
Il minore che si sposa diventa minore emancipato → può compiere atti di ordinaria amministrazione, viene assistito da un curatore per gli atti di straordinaria amministrazione, ed è autorizzato all’esercizio di un’impresa commerciale
Una donna minore può chiedere l’interruzione della gravidanza, ma è necessario il consenso del genitore responsabile.
Nei primi 90 giorni, se non c’è il consenso del genitore, è sufficiente un provvedimento del giudice tutelare o l’autorizzazione del medico.
Dopo i primi 90 giorni la donna minore viene considerata come se fosse maggiorenne

di Fabio Merenda
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.