Skip to content

Modello del bias linguistico intergruppo LIB - Maas, Arcuri, Salvi, Semin

Riferimento al LCM. Le azioni negative dell’ingroup e positive dell’outgroup sono preferibilmente descritte con categorie linguistiche più concrete che suggeriscono trattarsi di fenomeni contingenti, passeggeri. Azioni positive dell’ingroup e negative dell’outgroup sono descritte con categorie linguistiche più astratte, difficili da verificare empiricamente e che, implicitamente, suggeriscono la presenza nella persona di strutture disposizionali stabili.

Es.: Ricerca di Maas et al. (1994): analisi linguistica di cronaca sportiva di episodio di intolleranza partita basket inizi anni '80 - squadra italiana vs israeliana. Slogan antisemiti violenti. La stampa ebraica descrive l'aggressore in termini astratti (struttura disposizionale stabile), quella italiana in termini concreti (caso atipico non generalizzabile).

di Alessio Bellato
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.