Skip to content

Modello razionale e modello naturale: la ricerca di una sintesi

Il punto di partenza di Thompson è la distinzione tra:
modello razionale = organizzazione come sistema chiuso, variabili conosciute e controllabili, prestazioni regolari e costanti (taylorismo, scienza del management)
modello naturale = organizzazione come sistema aperto, influenzato da soggetti che vi lavorano e da ambiente esterno (Relazioni Umane)
Thompson avverte che per studiare le organizzazioni si deve tener conto della duplicità dei due modelli contrapposti: le organizzazioni sono sistemi che fronteggiano le incertezze dell’ambiente e sono da queste influenzate; contemporaneamente hanno bisogno di certezza e agiscono razionalmente in base a decisioni premeditate.
Thompson concorda con Lawrence e Lorsch sul fatto che nell’organizzazione c’è una pluralità di anime e mondi ed il problema del management è fondamentalmente quello di garantire comunicazione e cooperazione.
I caratteri distintivi del nuovo modello sono i tre distinti livelli analitici: interno, intermedio ed esterno.
All’interno vi è il cuore tecnico che fornisce prestazioni costanti e regolari; massima razionalità in condizioni di certezza; operazioni di routine; efficacia è tanto maggiore quanto più esso è sigillato dai turbamenti esterni.
Dal lato opposto, sul confine troviamo il livello istituzionale che si confronta con l’esterno , sviluppa strategie di adattamento, difesa e controllo dell’incertezza secondo i criteri della razionalità limitata.
In posizione intermedia, il livello manageriale con il compito di mediare tra i livelli precedenti; raddrizza irregolarità esterne e, al contempo, preme sul nucleo tecnico per ottenere adattamenti alle condizioni esterne.
Di tale modello esamineremo:
a) distinzione tra razionalità tecnica e razionalità organizzativa
b) controllo dell’incertezza come criterio ispiratore della logica organizzativa
c) i criteri delle decisioni al progressivo venir meno dei parametri di certezza
di Priscilla Cavalieri
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.