Skip to content

Norme processuali penali


Sono quelle norme che disciplinano il procedimento penale in tutta la sua estensione. Quindi le norme processuali penali sono quelle che riguardano il procedimento penale dal momento della notitia criminis al momento dell'applicazione delle relative conseguenze.
Ma alla nozione di procedimento penale rientrano anche le azioni penali complementari, con le quali viene attivata la giurisdizione riguardo a procedimenti di una notitia criminis.
Nell'ambito di un procedimento penale possono emergere questioni non solo strettamente inerenti al reato e alla pena, ma anche concernenti la pericolosità del reo.
Inoltre possono emergere questioni riguardanti la responsabilità per violazioni amministrative connesse a un reato o da questo dipendenti e quella civile implicante le restituzioni o il risarcimento del danno.
Ci sono alcune norme che in base a come le guardi possono essere sostanziali o processuali. L'ambito delle norme non può essere determinato a priori, ma è un problema che va risolto volta per volta.
Es: talune norme probatorie in materia di limiti alla testimonianza oppure in tema di intercettazioni di conversazioni o di comunicazioni, poste rispettivamente a salvaguardia del segreto di Stato, d'ufficio o professionale oppure a tutela del rispetto della vita privata, possono qualificarsi sostanziali se hanno lo scopo di garantire non la correttezza del procedimento, ma determinati beni; oppure possono qualificarsi processuali se si considera che incidono sullo sviluppo del procedimento penale.

Le norme in genere hanno o una funzione negativa di impedimento di un danno o una funzione positiva di produzione.
Le norme processuali sono norme costruttive perché mirano a creare nell'ordinamento giuridico un'istituzione che non esiste in natura. Esse, a loro volta, sono distinguibili in norme di organizzazione (prospettiva statica), cioè norme che creano e coordinano qualcosa di anteriormente inesistente, e norme di funzionamento (prospettiva dinamica), cioè norme che regolano lo svolgimento dell'attività dei singoli e degli uffici.
Inoltre la differenza tra norme sostanziale e norma processuale sta anche nel fatto che la norme sostanziale penale in genere si presenta come un comando, un divieto; mentre la norma processuale penale si presenta come un conferimento di poteri o assegnazione di doveri a coloro che intervengono durante il procedimento penale.
Il carattere della norme processuale penale è quello di rivolgersi al giudice che è colui che applica la norma.
In genere la norma prevede una sanzione quando viene violata. In campo processuale penale essa raramente è personale; si tratta di sanzioni amministrative o sanzioni che attengono ad attività processuali; es: allontanamento dell'imputato.
Caratteristica del diritto processuale è la previsione che quando non viene rispettato lo schema normativo l'atto è invalido o addirittura non può essere compiuto.
Quando invece l'atto viene compiuto al di fuori dello schema, cioè dopo che i termini sono scaduti, si dice che la parte decade dal potere di compiere l'atto.
Nel diritto penale l'invalidità non è una sanzione perché la sanzione è qualcosa che si aggiunge all'esecuzione di un comportamento vietato; la sanzione quindi integra la fattispecie.
Nel campo processuale penale l'invalidità scatta invece per il non aver tenuto un determinato comportamento.


di Enrica Bianchi
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.