Skip to content

Origine e primi svolgimenti del sistema previdenziale: il principio del rischio professionale

In Italia l'intervento dello stato venne riconosciuto necessario ma in via complementare, non sostitutiva dell'iniziativa privata: cioè in una prospettiva, fin da allora di sussidiarietà.
A determinare tale caratteristica contribuì sicuramente la preesistenza nel nostro Paese di una ricca esperienza di autoprotezione: quella delle società di mutuo soccorso e delle casse di risparmio.
Il primo concreto intervento statale, che segna ufficialmente l’introduzione delle assicurazioni sociali in Italia e, quindi, la nascita del diritto della previdenza sociale, fu quello rappresentato dalla l. 80/98, che avesse obbligatoria per i datori di lavoro del settore industriale l'assicurazione contro gli infortuni.
Che ciò si rese possibile perché si fece idealmente leva sul principio del rischio professionale: cioè, su di un criterio di imputazione della responsabilità civile che, rivelatosi inadeguato alle nuove esigenze quello tradizionale basato sulla colpa sul dolo, si fondava, in via oggettiva, sull'accollo del danno in capo chi tra i vantaggi dall'attività in relazione al cui esercizio il danno si produce, ed astrattamente idoneo, quindi, a far gravare sull'imprenditore la responsabilità di tutti i danni subiti dal lavoratore in occasione dello svolgimento dell'attività lavorativa.
È evidente, però, che, nel momento stesso in cui la responsabilità si traduce in obbligo assicurativo, la carica eversiva di detto innovativo criterio di imputazione veniva di fatto neutralizzata.
Tuttavia, fu proprio grazie a tale espediente concettuale che, come è stato osservato, si rese materialmente possibile traghettare la reazione al danno da infortunio sul lavoro dai territori della responsabilità civile a quello dell'assicurazione sociale.
di Stefano Civitelli
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.