Skip to content

Partiti "fai da te"

Ma da quel momento la politica non utilizzò molto i sondaggi che si applicarono ad altri campi; questo è dovuto a vari fattori come il ritardo del diffondersi della cultura sociologica, il primato della cultura filosofica e letteraria, le temute finalità consumistiche dei sondaggi, ma anche la presenza di un’immobilità sociale e di una fedeltà del voto ideologico e infine l’utilizzo della politica di strumenti autarchici di conoscenza dell’opinione pubblica come i circoli, le sezioni, le parrocchie.
I partiti conoscono gli orientamenti degli italiani non tramite i sondaggi, ma con altri strumenti  come un Servizio Inchieste che promuove la raccolta di notizie dirette a chiarire: i problemi italiani e internazionali; l’efficienza del partito; lo stato della pubblica opinione italiana ed estera. I partiti svolgono in proprio la raccolta e l’elaborazione di informazioni necessarie a orientare la loro azione politica.
Nella pellicola Vittoria nel tuo seggio per le elezioni del 1953 vengono mostrate tabelle con la previsione del voto.
Questo lavoro propagandistico prevede una maggiore presenza sul territorio tramite cellule, circoli e sezioni che comunicano verso l’esterno funzionando come reti informative che forniscono al partito l’opinione dell’elettore.
La Dc è inferiore al Pci per diffusione e capillarità della rete organizzativa, ma utilizza indagini riservate sullo stato e l’umore del Paese; infatti il ministro dell’interno Tambroni per le elezioni del 1958 fa preparare relazioni schematiche sulla situazione della provincia per aver suggerimenti utili a contrastare la diffusione del comunismo nelle provincie.
di Anna Carla Russo
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.