Skip to content

Percorsi contemporanei: una società di esperienza

Rifkin fa un analisi dello sviluppo dell’età contemporanea. Dice che c’è un passaggio da capitalismo di produzione a un nuovo tipo di capitalismo, che afferma la cultura del consumatore. Il nuovo capitalismo culturale nasce dall’industria dell’esperienza. Il consumatore non vuole più possedere un oggetto, ma vuole provare un esperienza che l’oggetto sottende. Quindi il consumo diventa in qualche maniera un'esperienza condivisa di cultura e comunicazione. Infine Rifkin definisce la nostra era (post-moderna) come fondata sulla mercificazione del tempo, della cultura e delle esperienze, che ha bisogno di intermediari culturali, di mediatori sociali che mettono in relazione le persone facendole comunicare.
di Priscilla Cavalieri
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.