Skip to content

Principi del sesso nel matrimonio antico


Rapporto con il sesso. Si evocano 2 principi: il rapporto coniugale non dev’essere estraneo ad eros; non deve neppure escludere Afrodite. Poi non bisogna trattare la moglie come concubina..ma da marito e non da amante. Il rapporto sarà diverso da quello degli amanti. Iniziando la moglie a piaceri troppo intensi si rischia di rivelarle cose d cui potrebbe fare cattivo uso. Quali austerità son richieste nel matrimonio? Altro principio che richiede austerità nel matrimonio è quello della vita condivisa. I piaceri sessuale son valorizzati quando contribuiscono all’unione. Secondo Plutarco Afrodite crea concordia ed amore. Dunque etica della vita coniugale all’inzio dell'età imperiale = no sesso fuori dal matrimonio – rapporti sessuali tra coniugi non in un'economia del piacere – finalizzazione procreatrice. Ma mentre in platone il sesso nel matrimonio è per avere figli per la città, il Cristianesimo dirà che il rapporto sessuale reca in sé i segni del peccato. Per Platone e via dicendo contenere i piaceri all’interno del matrimonio era anche un modo per esercitare la padronanza su di sé. Venendo meno la componente edenica del fine del sesso secondo Foucault gradualmente si squalifica il sesso. Ma si intensifica la sua importanza nel matrimonio. Non c’è più il piacere fine a se stesso, ma quello tra coniugi.

di Dario Gemini
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.