Skip to content

Privilegi

Il privilegio è accordato in considerazione della causa del credito (cioè il titolo del credito) → alcuni crediti sono privilegiati (es. bisogni di primaria necessità, alimenti, retribuzioni..)
I privati non possono creare privilegi non previsti dalla legge
È necessario un ordine di preferenza, al cui primo posto ci sono i crediti derivanti da rapporto di lavoro

Privilegio generale → riguarda tutti i beni mobili del debitore
Non è opponibile a terzi (se il debitore aliena i beni, il creditore non può agire per riaverli)
Non è un diritto sulle cose del debitore ma solo la pretesa ad una particolare protezione del credito

Privilegio speciale → riguarda determinati beni (mobili + immobili)
Funziona come un diritto reale limitato: si esercita su determinati beni ed è sempre giustificato da una particolare relazione tra il credito e il bene (es. il credito del trasportatore ha privilegio sulle cose trasportate finché non sono state consegnate)

Diritto di seguito → il privilegio speciale sui beni mobili si può esercitare anche se i beni sono stati venduti, salvi gli effetti dell’acquisto del possesso di buona fede
Pegno > privilegio speciale mobiliare
Privilegio sugli immobili > ipoteca
di Fabio Merenda
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.