Skip to content

Razza e cultura

Quando cerchiamo di caratterizzare le razze biologiche in base a proprietà psicologiche particolari ci scostiamo dalla verità scientifica. Gobineau considerato padre delle teorie razziste, non intendeva l’ineguaglianza delle razze umane in senso quantitativo, ma qualitativo infatti per lui le grandi razze primitive (la bianca, al gialla, la nera) non erano ineguali in valore assoluto, ma diverse nelle loro particolari attitudini.
Le culture umane sono molto più numerose delle razze umane perché le prime si contano a migliaia e le seconde a unità, inoltre al contrario della diversità fra le razze che dipende dalla loro origine storica e distribuzione nello spazio, la diversità fra le culture pone dei problemi perché ci si chiede se costituisca per l’umanità un vantaggio o un inconveniente.
di Anna Carla Russo
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.