Skip to content

Reliquie nelle chiese


Com’erano conservate le reliquie? Dove la sicurezza lo permetteva, in casse finemente lavorate e poi esposte in nicchie sporgenti e semicircolari scavate nella muratura. L’abside con le reliquie sarà spesso associato al corridoio anulare a gomito, da dove il fedele vede la confessione centrale. Primi esempi di tale pianta: del X secolo: Cattedrale di Clermont e basilica di Agaune.
E le chiese? Principi comuni ispirarono la creazione di monumenti famosi come l’abbazia di S. fede di conques, san saturnino a tolosa o la cattedrale di Compostela. Tutte iniziate nel XI secolo e apparentemente uguali: pianta sviluppata con lunghe navate, capaci di contenere molti fedeli, navate laterali che ritornano lungo i bracci del transetto, sporgente e con un coro profondo che temina con un deambulatorio ad absidiole raggiate. La tesi delle chiese delle vie di pellegrinaggio è di Joseph Bedier.

di Dario Gemini
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.