Skip to content

Rimedi contro l’abuso di posizioni di forza nel contratto

Dunque, la legge ha creato rimedi nuovi contro l’abuso di posizioni di forza acquisite in virtù del libero mercato; il quale, come “istituzione di utilità sociale”, esige anche restrizioni all’autonomia privata a garanzia della correttezza e trasparenza delle operazioni commerciali.
Clausole abusive, posizioni dominanti, eccessivi squilibri, sono di ostacolo al formarsi di un mercato unico e incidono negativamente sulla domanda di beni e servizi.
È del tutto evidente come tale legislazione incida sulla irretrattabilità del contratto ponendo in luce un problema ulteriore: “i sistemi normativi di diritto privato vanno perdendo la loro efficienza ed utilizzabilità a mano a mano che leggi speciali emanate in attuazione delle direttive vanno distruggendo la coerenza dei principi generali”.
Di qui la crescente importanza dei “principi” che non hanno un valore cogente, ma svolgono una funzione importantissima nell’ordinare le linee di sviluppo del diritto comunitario, nell’indicare al legislatore e al giudice nazionale e le modalità con cui è possibile recepire le novità normative  di provenienza comunitaria.
È facile intuire, dopo questa esposizione, come il problema dell’intangibilità del contratto sia oggetto di attenzione assai diversa dal passato.

di Stefano Civitelli
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.