Skip to content

Schmitt - Le trasformazioni del mondo

Il mondo cominciò a trasformarsi rapidamente e sempre più velocemente, entrando nell'epoca dell'elettrotecnica e dell'elettrodinamica. Dal a890 al 1914 la Germania superò l'Inghilterra in settori come costruzione di navi, macchinari e locomotive. La guerra mondiale del 1914 si svolse già nel segno della nuova epoca. Ma i popoli non erano consapevoli di vivere in un periodo di rivoluzione spaziale. Compare l'aereoplano e si conquista un nuova dimensione. Muta il senso dello spazio, le misure, forse addirittura il 4° elemento, l'aria, raggiunta dalle onde radio delle stazioni trasmittenti.
Si aggiunge dunque al leviatano e al behemot un terzo uccello. Ma Schmitt dice che più che di aria è giusto parlare di FUOCO (pensa ai motori a scoppio e alle macchine).

- In ogni caso il mutamento non è meno profondo di quello dei secoli 16° e 17°, in cui gli uomini trovarono il mondo nello spazio vuoto. Ora per noi lo spazio è diventato il campo di forze dell'energia, dell'attività e del lavoro umano. Non concepiamo più lo spazio come un mera dimensione in profondità.
- Oggi il mare non è più un elemento come all'epoca dei cacciatori di balene e dei corsari. Oggi la tecnica dei mezzi di trasporto e comunicazione lo hanno trasformato in uno spazio nel senso attuale della parola. Un armatore oggi può sapere esattamente ora per ora dove si trova in quel momento la sua nave.

di Dario Gemini
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.