Skip to content

Sensibilità esterocettiva protopatica

Questa via, per il percorso che compie, può essere anche chiamata VIA SPINO-TALAMICA quindi un percorso che inizia a livello del midollo spinale e termina a livello talamico. In questa via distinguiamo due fasci spino-talamici:  
- FASCIO SPINO-TALAMICO LATERALE
- FASCIO SPINO-TALAMICO ANTERIORE
 
Questi due fasci sarebbero distinti se si avesse l'evidenza di una separazione netta tra il cordone anteriore (in cui si trova il fascio spino-talamico anteriore) e il cordone laterale (in cui si trova il fascio laterale). Questa suddivisione però anatomicamente non esiste, per cui non si tende più ad indicare due fasci spino-talamici ma un solo fascio anche se dal punto di vista funzionale queste due componenti sono parecchio diverse. 
L'organizzazione di questa via è più complessa rispetto alla via della sensibilità esterocettiva epicritica. Intanto i neuriti afferenti corti fanno sinapsi nella sostanza grigia spinale, in particolare nel corno posteriore a livello delle lamine I,II,VI,VII e VIII e forse anche III e IV. Possiamo distinguere tre vie spino-talamiche sulla base della loro organizzazione intranevrassiale:

- VIA NEO-SPINO-TALAMICA: è costituita dal fascio spino-talamico anteriore quindi dal fascio posto nel cordone anteriore.

- VIA PALEO-SPINO-TALAMICA: è costituita esclusivamente dalle fibre del fascio spino-talamico laterale. 

- VIA PALEO-SPINO-RETICOLARE: alle fibre del fascio laterale si aggiungono altre fibre che originano in maniera diffusa dalla sostanza grigia e che formano il cosiddetto FASCIO SPINO-RETICOLARE.
di Luca Sciarabba
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.