Skip to content

Tecniche d’intervento diretto o non strutturato nel gruppo

Sono tecniche verbali o non che l’operatore usa senza attivare strutturazioni particolari o attività. Sono comunicazioni o comportamenti che l’operatore esprime nel corso del compito che si sta svolgendo in quel momento.
Gli interventi verbali possono essere di diversi tipi:
-Punitivo: “stiamo lavorando male”.
-Correttivo: “non parliamo tutti insieme”.
-Supportivo: “stiamo dando il massimo”.
-Interrogativo: “chi vuole aggiungere qualcosa?”.
-Informativo: “io so questo”.
-Riassuntivo: “finora abbiamo fatto questo”.
-Chiarificativo: “mi sembra che la situazione sia questa”
-Propositivo: “propongo che..”
-Provocatorio: “mi sta venendo sonno”
-Interpretativo: “parliamo per nascondere una paura”
-Metaforico “questa situazione mi ricorda…”
Anche gli interventi non verbali possono essere diversi:
-Contatto oculare
-La prossemica (è la collocazione di diversi corpi nello spazio), la postura, la gestualità, la mimica.
-La voce ed il respiro
-Il silenzio e la non risposta
-L’azione (aprire e chiudere il gruppo negli orari stabiliti, fare schemi su una lavagna, accettare o rifiutare cibi o bevande offerte, accettare o rifiutare colloqui al di fuori del gruppo ecc).
di Adriana Morganti
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.