Skip to content

Titoli di credito

Consentono al credito di circolare con la stessa facilità, rapidità e certezza di un bene mobile; le principali caratteristiche di un titolo di credito sono l’incorporazione + letteralità + autonomia

Incorporazione → il diritto di credito è incorporato in un documento, e non possono circolare separati
Il proprietario del documento è il titolare del diritto di credito
Possesso vale titolo → chi acquista il possesso del titolo di credito in buona fede e nel rispetto delle norme che ne disciplinano la circolazione acquista la titolarità del diritto anche se il suo dante causa non ne era il vero titolare

Quindi il debitore che paga deve pretendere la restituzione del titolo, altrimenti potrebbe dover pagare una seconda volta (es. chi ha ricevuto il pagamento aliena il titolo di credito ad un terzo)
Di norma il possessore del titolo ha diritto al pagamento + il debitore che paga senza dolo/colpa grave al possessore è liberato anche se il possessore non era il titolare del credito

Letteralità → ciò che risulta dal titolo è tutto ciò che si può legittimamente pretendere
- Completa → viene riportato l’intero contenuto del titolo di credito (es. cambiale)
- Incompleta → vengono riportato gli elementi più importanti richiamando altri documenti che meglio specificano il contenuto del diritto (es. azioni di società)

Autonomia → chi acquista un titolo di credito lo acquista a titolo originario, senza succedere nella posizione del dante causa
Il terzo acquirente è quindi al riparo dalle eccezioni personali che il debitore poteva opporre ai precedenti possessori (es. non può dire di aver concordato con il precedente possessore una dilazione di pagamento, se questa non risulta dal titolo)
di Fabio Merenda
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.