Skip to content

Virus dell'epatite B: sindromi cliniche


Infezione acuta
La manifestazione clinica di HBV nei bambini è meno grave di quella negli adulti, a causa del sistema immunitario meno sviluppato ed efficiente. L'infezione è caratterizzata da un lungo periodo di incubazione e da un esordio insidioso. I sintomi iniziali includono febbre, malessere, anoressia, nusea, vomito, malessere addominale e brividi. Entro breve tempo seguono i classici sintomi da epatopatia: ittero, urina scura, feci ipocoloche, ecc.
L'epatite fulminante si verifica nell'1% dei paziente itterici e può essere fatale.

Infezione cronica
Si verifica nel 5-10% dei paziente infetti. Un terzo di essi presenta un'epatite cronica attiva, con continuo danno e riarrangiamento architettonico del parenchima epatico. Gli altri due terzi presentano epatite cronica non attiva.

Carcinoma epatocellulare primario
Oltre l'80% dei casi di PHC può essere attribuito a HBV. Il PHC è una delle principali cause di mortalità da neoplasia nel mondo e potrebbe rappresentare la prima neoplasia prevenibile con la somministrazione di un vaccino. HBV può indurre PHC promuovendo un continuo processo di riparazione e crescita epatocellulare o mediante l'integrazione del genoma virale nel cromosoma della cellula ospite.
Tratto da MICROBIOLOGIA MEDICA di Salvatore Volpe
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.