Skip to content

Vocazione legittima

Hanno titolo a succedere il coniuge + parenti + Stato, secondo un certo ordine

- La presenza di figli esclude tutti gli altri parenti (eccetto il coniuge) dalla successione
I figli maggiorenni adottivi sono però esclusi dalla successione dei parenti dell’adottante
I figli non riconoscibili sono esclusi dall’eredità ma hanno diritto ad un assegno vitalizio (a prescindere dall’età) pari alla rendita della quota cui avrebbero diritto se la filiazione fosse riconosciuta

- La presenza del coniuge esclude tutti gli altri parenti collaterali oltre il 2° grado dalla successione (eccetto figli, fratelli e ascendenti)
Se c’è un solo figlio il coniuge ha diritto a ½ dell’eredità, altrimenti 1/3
Il coniuge ha diritto di abitazione nella casa familiare
Il coniuge separato con senza addebito conserva i diritti successori, il coniuge separato con addebito ha diritto solo ad un assegno vitalizio di tipo alimentare
Il coniuge divorziato può chiedere al giudice di attribuirgli un assegno a carico dell’eredità (che perde solo se si sposa di nuovo) se è in stato di bisogno

- La presenza di fratelli e sorelle esclude tutti gli altri parenti collaterali dalla successione (eccetto il coniuge, genitori e ascendenti)
I fratelli che hanno in comune un solo genitore hanno diritto a ½ della quota che spetta ai fratelli che hanno in comune entrambi i genitori

- I parenti collaterali dal 3° al 6° grado succedono solo in mancanza di figli, genitori, ascendenti, coniuge e fratelli

- L’ultimo soggetto che succede è lo Stato, senza bisogno di accettazione + non risponde dei debiti ereditari oltre il valore dei beni acquistati
di Fabio Merenda
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.