Skip to content

Un allestimento museale multisensoriale intorno alla figura del mobiliere Angelo Sello

Gratis L'indice di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE CAPITOLO 1 ANGELO SELLO E IL SUO MOBILIFICIO: LE INFLUENZE EUROPEE E LA MODERNIZZAZIONE DEL PROCESSO PRODUTTIVO 1.1 Note biografiche 1.2 Cenni sul dibattito internazionale industria - artigianato 1.3 Le influenze europee sull’opera di Angelo Sello 1.4 Il contesto friulano: i mobilifici di fine Ottocento e inizio Novecento 1.5 Il mobilificio Sello: dalla produzione preindustriale alla meccanizzazione del processo 1.6 Il rapporto con la città di Udine 1.6.1 Le amicizie 1.6.2 Le principali opere udinesi: mappa e schede Mappa tematica Scheda 1: Porta della Chiesa di S. Pietro Martire – 1896/1897 Scheda 2: Arredo della Farmacia San Giorgio (oggi Colutta) - 1898 Scheda 3: Arredo della Farmacia Fabris (oggi Alla Salute) - 1905 Scheda 4: Mobilificio e abitazione in via Portanuova – 1900, 1905 Scheda 5: Mobilificio e abitazione in Piazza Primo Maggio – 1907, 1914/15, 1924 Scheda 6: Arredo di Villa Pantarotto - 1924 Scheda 7: Ampliamento e arredo della Camera di Commercio - 1925 Scheda 8: Arredo di Villa Dormisch - 1929 Scheda 9: Serramenti del Palazzo Comunale - 1929 1.7 Cronologia delle opere principali CAPITOLO 2 DALL’ARCHIVIO SELLO: CONSIDERAZIONI SULL’ATTIVITÀ E IL METODO DI LAVORO DI ANGELO SELLO 2.1 Il ruolo e l’importanza del patrimonio archivistico 2.2 Gli archivi di architettura a Udine 2.3 L’archivio Sello: struttura e consistenza 2.4 Gli step del lavoro di Angelo Sello letti attraverso il materiale d’archivio 2.4.1 La formazione: libri e riviste 2.4.2 La formazione: viaggi ed esposizioni 2.4.3 L’introspezione: i quaderni di lavoro e le raccolte di articoli 2.4.4 Il momento progettuale: gli schizzi 2.4.5 Il momento progettuale: le varianti 2.4.6 Il momento progettuale: il disegno definitivo 2.4.7 Il modello: carte da spolvero e campioni 2.4.8 Il modello: il mobile finito 2.4.9 La gestione della vendita: preventivi, fatture e registri 2.4.10 Il rapporto con il pubblico: la pubblicità 2.4.11 Il rapporto con le aziende: cataloghi ed elenco fornitori 2.5 Gli step del lavoro di Angelo Sello: quattro casi tipo INDICE 9 16 19 27 33 42 42 44 44 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 ........................................................................................................... ...................................................... .............................................................. ................................... ........... ....................................................................................... ........................................................................................................... ............................................................... ........................................................................................................... .......................................... .......................................... .......................................... .......................................... ..................... ............................................................... .................................... ............................................................... .......................................................... ................................................................................. ............................................................... 60 ................................................................................. 62 .......................................................................... 67 ................................... 71 ........................................................................................ 71 .................................................................................. 73 ....................................................... 74 .................................................................................... 75 .................................................................................... 78 ....................................................................... 82 ............................................................................... 86 ........................................................................................ 87 ..................................................... 92 ................................................................. 94 ..................................................... 96 .....................................................100 Scheda 18: la terrazza Scheda 19: Pressare (1929) e pannello digitale Concorsi Scheda 20: C+C+C (1929) Scheda 21: Arredamento tipo per abitazioni minime di coloni nazionali dell’impero (1938) e pannello digitale Esposizioni Scheda 22: la Prima, Seconda e Terza Biennale di Monza (1923, 1925, 1927) Scheda 23: Ufficio+Archivio Scheda 24: Bar+Bookshop Scheda 25: il giardino CONCLUSIONE BIBLIOGRAFIA, SITOGRAFIA E FONTI Bibliografia Sitografia Fonti delle immagini ALLEGATI Allegato I: Elenco del materiale visionato in archivio Sello Allegato II: Tavole di progetto 2.5.1 Architettura: il Palazzo delle Esposizioni in Piazza Primo Maggio (Udine), 1914 2.5.2 Arredo: Villa Dormisch (Udine), 1929 2.5.3 Concorso: Pressare, 1929 2.5.4 Esposizione: le Biennali Internazionali di Arti Decorative di Monza del 1923, 1925 e 1927 CAPITOLO 3 WALL FRAME. UN PROGETTO DI ALLESTIMENTO MUSEALE 3.1 Obiettivi e linee guida 3.1.1 L’utenza 3.1.2 Il contenuto: tipologia e criteri di scelta 3.1.3 Il concept: un museo multisensoriale 3.2 Il sito: l’ex mobilificio Sello in via Portanuova a Udine 3.2.1 Il Palazzo: storia e caratteristiche formali 3.2.2 Lo stato di fatto 3.3 Il progetto 3.3.1 Destinazioni d’uso 3.3.2 I flussi 3.3.3 Lo sviluppo in pianta 3.3.3.1 Piano terra 3.3.3.2 Primo piano 3.3.4 I contenuti: aree tematiche 3.3.5 Specifiche di progetto 3.3.5.1 I pannelli espositivi: aspetti tipologici, funzionali e materiali 3.3.5.2 I sensi: vista, tatto, udito 3.3.5.3 La multimedialità 3.3.5.4 Accessibilità 3.3.5.5 Atmosfera 3.3.6 Riferimenti 3.3.7 Dettagli tecnologici: schede Scheda 1: Pannello a muro con disegni Scheda 2: Pannello a muro con lamiera Scheda 3: Pannello disegni-bianco Scheda 4: Pannello disegni-disegni Scheda 5: Totem metallico Scheda 6: Pannello espositivo con teca Scheda 7: Pannello speciale con teca 3.3.8 Il museo per tappe: schede Scheda 1: Ingresso Scheda 2: Studio Sello Scheda 3: Quaderni e cataloghi Scheda 4: Scala e mappa tattile Scheda 5: San Pietro Martire (1896) Scheda 6: Farmacia Fabris (1905) Scheda 7: Sala delle lettere Scheda 8: la stufa e la sezione Architettura Scheda 9: il mobilificio di via Portanuova (1900, 1905) Scheda 10: il mobilificio di Piazza Umberto I (1914) Scheda 11: Sala delle proiezioni Scheda 12: Piano Regolatore Scheda 13: Camera di Commercio (1925) Scheda 14: cucina Gallina (1927) Scheda 15: Villa Dormisch (1929) e pannello digitale Arredo Scheda 16: Comune di Udine (1929) Scheda 17: Villa Piussi (1938) .................................................................................... 178 .......................................... 179 .................................................................................... 180 ......................................................... 181 ................... 182 .................................................................................... 183 .................................................................................... 184 .................................................................................... 185 .................................................................................................... 189 ..................................................................................................... 190 .................................................................................................... 190 ..................................................... 193 ................................................................................................... 247 .......................... 100 ......................................................................................... 104 ........................................................................................... 106 .......... 108 114 .................................................................................................... ................................................................................................................ 114 ......................................................................... 115 ......................................................................... 117 ................................................. 119 .................................................................... 119 .......................................................................................... 126 .................................................................................................... 127 .......................................................................................... 127 .................................................................................................... 131 .......................................................................................... 133 .......................................................................................... 134 .......................................................................................... 136 .......................................................................................... 137 .......................................................................................... 140 140 ................................... ...................................................................... 142 .......................................................................................... 144 .............................................................................................. 145 ..................................................................................................... 150 ..................................................................................................... 151 .......................................................................................... 153 ..................................................................... 153 ..................................................................... 154 ......................................................................... 155 ......................................................................... 156 ......................................................................... 157 ......................................................................... 158 ......................................................................... 159 ............................................................................... 161 ............................................................................... 161 ............................................................................... 162 ............................................................................... 163 ............................................................................... 164 ............................................................................... 165 ............................................................................... 166 ............................................................................... 167 ............................................................. 168 ................................................. 169 ................................................. 170 ............................................................................... 171 ............................................................................... 172 ............................................................... 173 ............................................................................... 174 .................................... 175 ................................................................ 176 .................................................................................... 177
Indice della tesi: Un allestimento museale multisensoriale intorno alla figura del mobiliere Angelo Sello, Pagina 1

Indice dalla tesi:

Un allestimento museale multisensoriale intorno alla figura del mobiliere Angelo Sello

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Elisa Buttazzoni
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Udine
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Architettura
  Relatore: Nicla Indrigo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 134

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

museo
archivio
allestimento
multisensorialità
mobilificio
atmosfera
multimedialità
accessibilità
flussi
cinque sensi

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi