Skip to content

Libertà ed Azioni positive: Stato sociale e tutela giuridica delle disabilità

Gratis L'indice di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
INDICE PREMESSA ............................................................................................. 8 A) ASPETTI SOCIALI E CULTURALI ................... ,. ' ...................................... 9 B) HANDICAP: SUE DEFINIZIONI ... '" .................. '" .................. '" .............. lO C) L'HANDICAPPATO COME "UOMO" E "CITTADINO A PlENO DIRITTO" ......... 12 D) L'HANDICAPPATO NON È UN'ESISTENZA SOCIALMENTE INUTILE ........... 14 1. SVILUPPO DELL'ASSISTENZA SOCIALE E FONDAMENTI COSTITUZIONALI DELLA SOLIDARIETA' NEL QUADRO 1.1. 1.1.1. 1.1.2. 1.1.3 1.1.4. 1.1.5. 1.1.6. 1.1.7. 1.2. GENERALE DELLA TUTELA DEL DISABILE ........................ . CENNI SULL'EVOLUZIONE STORICO-NORMATIVA DELLE POLITICHE SOCIO-ASSISTENZIALI AFA VORE DEI BISOGNOSI (HANDICAPPATI, POVERI, EMARGINATI ... ) ......................... , DEFINIZIONE DI ASSISTENZA SOCIALE E RILIEVI COSTITUZIONALI ............................................................ .. LE ISTITUZIONI ASSISTENZIALI NEL MEDIOEVO E NELL 'ETA 'MODERNA ...................................................... . RIORGANIZZAZIONI AMMINISTRATIVE DELL' ASSISTENZA E LE ASSICURAZIONI SOCIALI ... ..... ...... ". ... ... ... ... ... ..... ....... AMMINISTRAZIONI SOCIALI NELL'ITALIA POST-UNITARIA: DALLA "CARITA' PRIVATA" ALLA "BENEFICENZA LEGALE" ...................................................................... .. NASCITA DELLA NOSTRA CARTA COSTITUZIONALE: ASSISTENZA SOCIALE ED "ASSISTENZA E BENEFICENZA PUBBLICA" NEGLI ORIENTAMENTI DELLA CORTE COSTITUZIONALE ..... ' ... " ................... " ........................... . PRIMI TENTATIVI DI REGIONALIZZAZIONE E DI MUNICIPALIZZAZIONE DELL'ASSISTENZA SOCIALE E DI SETTORIALIZAZIONE DEI PROVVEDIMENTI LEGISLATIVI ...... VERSO LA SUSSIDIARIETA' .................. ' .................... " ...... .. IL VALORE DELLA SOLIDARIETA' NEL QUADRO DEI PRINCIPI FONDAMENTALI DELLA NOSTRA CARTA COSTITUZIONALE E NELL'AMBITO DEI C.D. DIRITTI SOCIALI COSTITUZIONALI .............................. " .................. ' ........ . 15 15 17 18 19 22 23 28 33 1.2.1. 1.2.2. 1.2.3. 1.2.4. 1.2.5. LA SOLIDARIET A' COME ESPRESSIONE DELLA MODERNA CONCEZIONE DELLA PERSONA UMANA ........................... ". IL SIGNIFICATO DELLA SOLIDARIETA' NEL LINGUAGGIO COMUNE E NEL PENSIERO FILOSOFICO .............................. . LA SOLIDARIETA' SECONDO LA GIURISPRUDENZA COME IMPLICAZIONE DEL PRINCIPIO PERSONALI STA E COME VALORE COSTITUZIONALE ............................................... .. I DIRITTI SOCIALI COME VALORI COSTITUZIONALI ED ESPRESSIONE DI SOLIDARIETA' PUBBLICA O "PATERNA" E LORO RAPPORTO CON C.D. LIBERTA' NEGATIVE ................. . LA SOLIDARIETA' COME GARANZIA E TUTELA DEI DIRITTI SOCIALI DELLE PERSONE DISABILI ................................... .. 2. DIRITTI SOCIALI ED ASSISTENZA NEL NUOVO ASSETTO FEDERALISTA DELLO STATO ......................................... .. 34 37 39 42 46 2.1.1. WELFARE STATE E DIRITTI SOCIALI IN EUROPA............ ....... 52 2.1.2. TENDENZE STRUTTURALI DELL'ATTUALE MODELLO SOCIO- ASSISTENZIALE .................. ". ... ... ... ... ... ... ... .. ... ... ... ... ... .... 56 2.1.2,A. L'ASSISTENZA TRA DISCREZIONALITA' E DIRITTO ....... " ... ". 58 2.1.2.B. L'ASSISTENZA TRA SELETTIVlTA' ED UNIVERSALITA'... ....... 58 2.1.2.C. L'ASSISTENZA TRA BISOGNI VITALI E BENESSERE PSICO- FISICO ................................................................. ........... 60 2.1.2.0. L'ASSISTENZA TRA EMARGINAZIONE ED INSERIMENTO SOCIALE........................... .................................... .......... 62 2.2.1. MODELLI DI WELFARE E INDIVIDUAZIONE DELLE PRINCIPALI CAUSE DI CRISI... ................. ......... ................. 63 2.2.2. VERSO L'ISTITUZIONALIZZAZIONE DELLA TERRITORIALIZ- ZAZIONE DELL' ASSISTENZA ............... " ............ , ... ... ... ... ... 69 2.2.3. SUSSIDIARIETA' E "PIANI DI ZONA": IL COMUNE NELL' AMBI- TO DELLA LOGICA RETICOLARE INTEGRATA ... ...... ...... ... .... 71 2.2.4. L'ASSISTENZA ED I SERVIZI ALLA PERSONA DOPO LA LEGGE DI REVISIONE COSTITUZIONALE, 3/2001 ...... ... ...... ... 77 2.2.5. FEDERALISMO E LIVELLI ESSENZIALI DI ASSISTENZA... ... ... . 87 2.2.6.A. VERSO UN NUOVO MODELLO DI STATO SOCIALE: TENTATIVI DI SUPERAMENTO DELLA SUA CRiSI.................. 97 2.2.6.B. LE RAGIONI ETICHE DEL NUOVO STATO SOCIALE ...... ". ... ... 98 3. IL PRINCIPIO DI UGUAGLIANZA IN COSTITUZIONE E FUNZIONALITA' DELLE C.D. "AZIONI POSITIVE" .......••...... 3.1.1. 3.1.2. 3.2.1. 3.3.1 IL PRINCIPIO DI UGUAGLIANZA COME ESPRESSIONE DI SOLIDARIETA' E SPECIFICITA' DELLO STATO SOCIALE. ..... LIBERTA' NEGATIVA E LIBERTA' POSITIVA: PARADIGMA DI UN RAPPORTO DIALETTICO .............................................. . UGUAGLIANZA PER I C.D. "SOGGETTI DEBOLI": BREVI CENNI LE AZIONI POSITIVE ED IL "DIRITTO DISUGUALE" ............... . 4. PARI OPPORTUNITA' PER LE PERSONE DISABILI E 4.1.1. 4.2.1. 4.2.2. TUTELA DEI LORO DIRITTI FONDAMENTALI ................... . LA TUTELA DELLA PERSONA DISABILE TRA DIRITTO INTERNAZIONALE E DIRITTO INTERNO ..................... " ...... . LA TUTELA DEI DIRITTI FONDAMENTALI DEI DISABILI COME REALIZZAZIONE DELLE C.D. PARI OPPORTUNITA': A) IL DIRITTO ALL'INTEGRAZIONE SOCIALE ED AL PIENO SVILUPPO DELLA PERSONA... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... .. . .... LA TUTELA DEI DIRITTI FONDAMENTALI DEI DISABILI COME REALIZZAZIONE DELLE CD. PARI OPPORTUNITA': B) IL DIRITTO ALLO STUDIO ED ALL'INTEGRAZIONE SCOLASTICA .................................................................. .. 4.2.2.B.1 IL DIRITTO ALLO STUDIO E ALL'INTEGRAZIONE 104 113 124 131 143 159 174 SCOLASTICA: DALLE SCUOLE SPECIALI ALL'INSERIMENTO .. 175 4.2.2.B.2 DALL'INSERIMENTO ALLA QUASI INTEGRAZIONE... ......... ... 178 4.2.2.B.3 LA SENTENZA N. 215/87 DELLA CORTE COSTITUZIONALE APRE AI DISABILI LE PORTE DELLA SCUOLA MEDIA SUPERIORE ............................................................ ......... 183 4.2.2.B.4 LEGGE 104/92 E LA GARANZIA DEL "PIENO DIRITTO ALLO STUDIO" ". ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... .. 188 4.2.2B.5 ASPETTI FUNZIONALI E PROCEDURALI DELL'INTEGRA­ ZIONE SCOLASTICA DEI PORTATORI DI HANDICAP NELLA LOGICA DI UNA NUOVA GESTIONE NORMATNA DELLA "DIFFERENZA" ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... .. . .. 197 4.2.3. LA TUTELA DEI DIRITTI FONDAMENTALI DEI DISABILI COME REALIZZAZIONE DELLE CD. PARI OPPORTUNITA': C) IL DIRITTO AL LAVORO ED ALLA FORMAZIONE PROFESSIONALE ............ '" .................. '" .................. '" ... .. 211 4.2.3.C.l IL DIRITTO AL LAVORO DEL DISABILE: UN PO' DI STORIA..... 212 4.2.3.C.2 LA LEGGE 2 APRILE 1968 W.482 QUALE DISCIPLINA GENERALE IN MATERIA DI ASSUNZIONI OBBLIGATORIE E PRIMA BASE LEGISLATIVA PER LE AZIONI POSITIVE VOLTE ALL'OCCUPAZIONE DEI DISABILI... ...... '" , ........ ,........ ......... 216 4.2.3.C.3 APPROFONDIMENTO:I FONDAMENTI COSTITUZIONALI DEL COLLOCAMENTO OBBLIGATORIO QUALI BASI DI RIFLESSIONE :( CENNI) ............................................. ". ... ... 222 4.2.3.C.4 PIANI DI AZIONI POSITIVE: DAL CONTESTO EUROPEO E DALLA DICHIARAZIONE DI MADRID A QUELLO NAZIONALE.. 225 4.2.3.C.5 IL COLLOCAMENTO MIRATO:EVOLUZIONE POSITNA NELLA DIREZIONE DELLA SOGGETTIV AZIONE DELL'INSERIMENTO LAVORATNO................................................................... 237 5. CONSIDERAZIONI FINALI. .................................•.... '" ..... . 5.1.1 5.1.2 ***** CONCLUSIONI: QUALE FUTURO PER NOI DIVERSAMENTE ABILI? UN FUTURO DIVERSABILMENTE CONDIVISO ... " ...... . 2003: ANNO EUROPEO DEI DISABILI: UN OCCASIONE DA NON PERDERE ED UNA STRADA DA SEGUIRE NELLA DIREZIONE DELL'ATTUAZIONE DEI "TANTI BUONI PROPOSITI" ENUNCIATI... ....................................... , .......................... . ~I'I'E~ICE ~ .............................•...............•••......................... BmLIOGRAF~ GENERALE ................•......•............................. GIURISI'RUDENZ~ ESSENZ~LE .............. '" ............................ . 258 262 I-XXI I-XIX 1- III
Indice della tesi: Libertà ed Azioni positive: Stato sociale e tutela giuridica delle disabilità, Pagina 1

Indice dalla tesi:

Libertà ed Azioni positive: Stato sociale e tutela giuridica delle disabilità

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Nicola Todisco
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2003-04
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Nicolò Zanon
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 314

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi