Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Dal divieto d'interposizione nella manodopera alla somministrazione di lavoro

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Clara Rita Longo Contatta »

Composta da 179 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7037 click dal 10/01/2005.

 

Consultata integralmente 44 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

L'indice di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

<br/><b>INTRODUZIONE </b> <br/> <br/><b>CAPITOLO I</b> <br/> Il divieto d'interposizione nella l. 1369/1960: profili giuridici ed economici<br/> I.1 Definizione di interposizione nel rapporto di lavoro <br/> I.2 Il generale divieto di intermediazione e d'interposizione della l. 1369/1960 <br/> I.3 La ratio del divieto d'interposizione nella manodopera <br/> I.4 Interposizione e appalto: i confini tracciati dalla Giurisprudenza <br/> I.5 Gli appalti interni ed esterni all'azienda <br/> I.6 L'utilizzo della l. 1369/1960 in funzione del modello organizzativo d'impresa <br/> I.7 Caratteri del nuovo sistema organizzativo dell'impresa <br/> <br/><b>CAPITOLO II</b> <br/> L'introduzione e lo sviluppo del lavoro interinale<br/> II.1 La prima proposta d'introduzione del lavoro interinale <br/> II.2 La l. 196/1997, i favorevoli ed i contrari <br/> II.3 La prima fattispecie derogatoria al generale divieto d'interposizione <br/> II.4 Il contratto per prestazioni di lavoro temporaneo e il contratto di fornitura di prestazioni di lavoro temporaneo: natura giuridica e collegamento negoziale <br/> II.5 La disciplina del lavoro temporaneo<br/> II.5.1 Definizione del lavoro temporaneo e distinzione da altre fattispecie affini <br/> II.5.2 I limiti del ricorso al lavoro temporaneo <br/> II.5.3 Il contratto per prestazioni di lavoro temporaneo e il contratto di fornitura di prestazioni di lavoro temporaneo: disciplina dei contratti <br/> II.5.4 La disciplina del rapporto di lavoro temporaneo <br/> II.5.5 Il rigore del sistema sanzionatorio <br/> II.6 Il rapporto di lavoro temporaneo come rapporto sociale di lavoro <br/> II.7 Il lavoro interinale in Europa <br/> II.8 Lavoro interinale e intermediazione nel ''Libro Bianco sul mercato del lavoro in Italia'' (ottobre 2001) <br/> <br/><b>CAPITOLO III</b> <br/> La riforma Biagi e la fornitura di lavoro altrui: linee di continuit&agrave; e novit&agrave; della l. 276/2003<br/> III.1 Modifiche organizzative della produzione e diritto del lavoro <br/> III.2 Il disegno di legge delega 848 per la riforma del mercato del lavoro <br/> III.3 La riforma Biagi: la l. 30/<br/> III.3.1 La riforma in generale <br/> III.3.2 La l. 30/2003 e la legittimazione della somministrazione della manodopera <br/> III.4 La somministrazione di lavoro. Lo staff leasing negli USA <br/> III.5 Il d.lgs. 276/<br/> III.5.1 Il punto di arrivo della parabola del progetto governativo di riforma <br/> III.5.2 Disciplina dell'istituto della somministrazione nel d.lgs. 276/2003 <br/> III.5.3 La definizione di somministrazione di lavoro nel d.lgs. 276/2003. L'abrogazione degli art. 1-11, l. 196/1997 e della l. 1369/1960 <br/> III.5.4 I soggetti legittimati alla stipulazione del contratto. Le pubbliche amministrazioni <br/> III.5.5 La prestazione tipica del somministratore <br/> III.5.6 I requisiti delle agenzie di somministrazione <br/> III.5.6.1 I requisiti delle agenzie ''generaliste'' <br/> III.5.6.2 I requisiti delle agenzie ''specialistiche'' <br/> III.5.6.3 I requisiti specifici imposti alle cooperative di produzione e lavoro <br/> III.5.7 La somministrazione professionale a tempo indeterminato <br/> III.5.8 La somministrazione professionale a tempo determinato <br/> III.5.9 Limiti negativi della somministrazione di lavoro <br/> III.5.10 I requisiti formali e contenutistici del contratto di somministrazione <br/> III.5.11 Il ruolo della contrattazione collettiva nella definizione degli elementi del contratto <br/> III.5.12 Gli obblighi d'informazione del somministratore <br/> III.5.13 L'invalidit&agrave; del contratto e le sue conseguenze <br/> III.5.14 La tipologia dei rapporti di lavoro intercorrenti tra somministratore e lavoratore nella somministrazione a tempo indeterminato e nella somministrazione a tempo determinato <br/> III.5.15 L'estinzione del rapporto di lavoro nel caso di fine lavori connessi alla somministrazione a tempo Indeterminato <br/> III.5.16 La non commutabilit&agrave; dei lavoratori somministrati nell'organico dell'utilizzatore e gli obblighi di riserva nelle assunzioni <br/> III.5.17 I diritti del lavoratore somministrato: il trattamento economico e normativo <br/> III.5.18 La responsabilit&agrave; solidale di somministratore e utilizzatore per i crediti retributivi e contributivi <br/> III.5.19 I diritti d'informazione e formazione in materia di salute e sicurezza <br/> III.5.20 Le clausole di limitazione della facolt&agrave; di assunzione del lavoratore al termine del contratto di somministrazione <br/> III.5.21 I diritti sindacali dei lavoratori somministrati <br/> III.5.22 I diritti collettivi d'informativa <br/> III.5.23 La tutela previdenziale del lavoratore somministrato <br/> III.5.24 La tutela assicurativa antinfortunistica del lavoratore somministrato <br/> III.5.25 La somministrazione irregolare <br/> III.5.26 La somministrazione fraudolenta <br/> III.6 Il regime transitorio della somministrazione di lavoro. Il decreto ministeriale 23 dicembre 2003 <br/> III.7 L'ultimo atto della l. 30/2003: il d.lgs. 251/2004, testo correttivo del d.lgs. 276/2003 <br/> <br/><b>CAPITOLO IV</b> <br/> Le altre forme di fornitura di lavoro altrui del d.lgs. 276/2003: appalto e distacco (o comando)<br/> IV.1 Appalto<br/> IV.1.1 Distinzione fra appalto e somministrazione <br/> IV.1.2 La distinzione certificata tra somministrazione e appalto <br/> IV.1.3 La disciplina previgente del rapporto di lavoro negli appalti <br/> IV.1.4 L'attuale disciplina del rapporto di lavoro negli appalti di servizi. Appalto e trasferimento d'azienda <br/> IV.1.5 L'appalto nel testo correttivo del d.lgs. 276/2003 approvato il 3 settembre 2004 <br/> IV.2 Il distacco o comando<br/> IV.2.1 Il distacco o comando anteriormente all'entrata in vigore del d.lgs. 276/2003 <br/> IV.2.2 Il distacco nella l. 30/2003 e nell'art. 30, d.lgs. 276/2003 <br/> IV.2.3 I soggetti del distacco <br/> IV.2.4 L'interesse del distaccante <br/> IV.2.5 La temporaneit&agrave; del distacco <br/> IV.2.6 Distacco, consenso e mutamento di mansioni. Distacco e trasferimento <br/> IV.2.7 Il rapporto di lavoro del distaccato <br/> IV.2.8 Il distacco ''illecito'' <br/> IV.2.9 L'inquadramento previdenziale e gli aspetti assicurativi del distacco <br/> <br/><b>CONCLUSIONE </b> <br/> <br/><b>RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI </b> <br/>

Indice della Tesi di Clara Rita Longo

Indice della tesi: Dal divieto d'interposizione nella manodopera alla somministrazione di lavoro, Pagina 2