Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le economie di transizione nel passaggio da piano a mercato: il caso della Romania

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Andrea Loi Contatta »

Composta da 127 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6315 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

L'indice di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

<br/><b>Introduzione</b> <br/> <br/><b>PARTE I.</b> <br/> <br/><b>UN'ANALISI DELL'AREA EUROPEA CENTRO ORIENTALE</b> <br/> 1 La crisi strutturale dell'economia socialista e le cause del cambiamento.<br/> 1.1 Il modello ad economia pianificata.<br/> 1.2 I problemi strutturali.<br/> 1.3 Il processo di cambiamento interno.<br/> 2 Le congiunture internazionali e la loro influenza sulle economie nazionali.<br/> 2.1 Le problematiche principali.<br/> 2.2 Il funzionamento del COMECON<br/> 2.3 La crisi Russa<br/> 2.4 Il passaggio dal Rublo al Dollaro<br/> 2.5 I cambiamenti nel commercio internazionale<br/> 2.6 Il ruolo dell'UE e degli altri organismi internazionali.<br/> 3 Il processo di liberalizzazione e le politiche per le privatizzazioni, con particolare riferimento al caso della Romania.<br/> 3.1 Una visione d'insieme<br/> 3.2 La privatizzazione in Romania<br/> 3.3 Le connessioni tra il processo di privatizzazione e le riforme strutturali.<br/> 4 Le economie in transizione oggi<br/> 4.1 Transizione o trasformazione<br/> 4.2 La crescita reale del PIL nel centro ed est Europa<br/> 4.3 Il grado di libert&agrave; economica<br/> 4.4 Alcuni indicatori tipici<br/> 4.5 Gli investimenti stranieri<br/> 4.6 Il 2000<br/> <br/><b>PARTE II.</b> <br/> <br/><b>L'ECONOMIA ROMENA DOPO IL 1989</b> <br/> 5 La peculiarit&agrave; del caso romeno<br/> 5.1 Il profilo del cambiamento<br/> 5.2 La peculiarit&agrave; del caso rumeno<br/> 6 La struttura dell'economia rumena<br/> 6.1 Un'introduzione all'economia romena<br/> 6.2 La composizione del PIL romeno<br/> 6.3 La forza lavoro<br/> 6.4 Il settore agricolo<br/> 6.5 Il settore industriale<br/> 6.6 Il settore bancario e finanziario<br/> 6.7 L'inflazione<br/> 6.8 Gli investimenti stranieri in Romania<br/> 6.9 Prospettive per il futuro<br/> 7 Fenomenologia della transizione: il modello di Ising<br/> 7.1 Dalla fisica all'economia<br/> 7.2 La descrizione del modello<br/> 7.3 L'algoritmo del modello<br/> 7.4 Le fasi della transizione<br/> 7.5 Le conclusioni del modello<br/> Appendice al capitolo 7<br/> <br/><b>Conclusioni</b> <br/> <br/><b>Bibliografia</b> <br/>

Indice della Tesi di Andrea Loi

Indice della tesi: Le economie di transizione nel passaggio da piano a mercato: il caso della Romania, Pagina 2