Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Implementazione di un Query Language per Knowledge Discovery

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Andrea Romei Contatta »

Composta da 231 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1054 click dal 10/06/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

L'indice di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

<br/><b>Introduzione </b> <br/> <br/><b>Capitolo 1</b> <br/> Stato dell'arte: Knowledge Discovery in Databases<br/> 1.1 Settori applicativi del KDD<br/> 1.1.1 Argomenti correlati<br/> 1.2 Il processo KDD<br/> 1.2.1 Consolidamento dei dati <br/> 1.2.2 Selezione e preprocessing<br/> 1.2.3 Data Mining<br/> 1.2.4 Interpretazione e valutazione<br/> 1.2.5 Il contesto del processo KDD<br/> 1.3 Data Mining<br/> 1.3.1 Regole di associazione<br/> 1.3.2 Alberi di classificazione<br/> 1.3.3 Clustering<br/> 1.3.4 Aspetti temporali nel DM <br/> 1.4 Query languages per KDD<br/> 1.4.1 Mine Rule<br/> </b>1.4.2 LDL++ <br/> </b>1.4.3 PMML<br/> </b>1.4.4 MSQL<br/> 1.4.5 Knowledge Access Suite<br/> <br/><b>Capitolo 2 </b> <br/> Definizione del sistema<br/> </b>2.1 KDDML<br/> 2.1.1 XML: eXtensible Markup Language<br/> 2.1.2 Un linguaggio di mark-up per il processo KDD <br/> 2.1.3 Architettura di KDDML<br/> </b>2.2 MQL<br/> 2.2.1 Perch&eacute; MQL<br/> 2.2.2 MQL e KDDML a confronto <br/> 2.2.3 Sequenzialit&agrave; e livello di annidamento<br/> 2.3 Descrizione ad alto livello dell'ambiente<br/> 2.3.1 La strategia adottata<br/> 2.3.2 Architettura complessiva <br/> 2.4 Conclusioni<br/> <br/><b>Capitolo 3 </b> <br/> Architettura del compilatore <br/> 3.1 Architettura astratta<br/> 3.1.1 Le fasi compilative<br/> 3.1.2 L'esempio guida<br/> 3.2 Analisi lessicale<br/> 3.2.1 Il ruolo dell'analizzatore lessicale<br/> 3.2.2 Errori lessicali<br/> 3.2.3 Uno sguardo all'esempio <br/> 3.3 Analisi sintattica<br/> 3.3.1 Il ruolo dell'analizzatore sintattico<br/> 3.3.2 Errori sintattici<br/> 3.3.3 Uno sguardo all'esempio <br/> 3.4 Controllo dei tipi<br/> 3.4.1 Il ruolo del controllore dei tipi<br/> 3.4.2 Errori di tipo<br/> 3.4.3 Uno sguardo all'esempio<br/> 3.5 Generazione del codice <br/> 3.5.1 Il ruolo del traduttore<br/> 3.5.2 Verso XML<br/> 3.5.3 Uno sguardo all'esempio<br/> 3.6 Conclusioni<br/> <br/><b>Capitolo 4</b> <br/> Realizzazione del sistema <br/> 4.1 Dettagli tecnici<br/> 4.2 Struttura del codice<br/> 4.3 Estensione di KDDML<br/> 4.3.1 KDDML come sistema aperto <br/> 4.3.2 RdA2Table<br/> 4.3.3 Take-By-If<br/> 4.3.4 Filter-If<br/> 4.3.5 Misclassified<br/> 4.3.6 CreateCluster-using<br/> 4.3.7 Extract-All<br/> 4.4 Implementazione del compilatore<br/> 4.4.1 Analisi lessicale<br/> 4.4.2 Analisi sintattica<br/> 4.4.3 Controllo dei tipi<br/> 4.4.4 Generazione del codice<br/> 4.4.5 Funzionalit&agrave; di supporto<br/> 4.4.6 L'interfaccia del compilatore <br/> 4.5 Esecuzione delle KDD.QUERY <br/> 4.6 Implementazione della GUI <br/> <br/><b>Capitolo 5 </b> <br/> Un esempio di uso dell'ambiente <br/> 5.1 Un problema di estrazione di conoscenza <br/> 5.2 Passo 1: Clustering dei dati di partenza <br/> 5.3 Passo 2: Analisi dei clusters ottenuti<br/> 5.4 Passo 3: Estrazione dei classificatori <br/> 5.5 Passo 4: Creazione ed utilizzo del classificatore finale <br/> <br/><b>Conclusioni</b> <br/> <br>Appendice A <br/> Vocabolario dei simboli del linguaggio <br/> Appendice B <br/> Grammatica del linguaggio <br/> Appendice C <br/> Grammatica tree parser per il type checking <br/> <br/><b>Bibliografia</b> <br/>

Indice della Tesi di Andrea Romei

Indice della tesi: Implementazione di un Query Language per Knowledge Discovery, Pagina 2