La dimensione militare dell'Unione Europea. Sviluppi politici, strumenti, attività operativa

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Marittime e Navali

Autore: Simone Venturini Contatta »

Composta da 210 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2560 click dal 04/09/2008.

 

Consultata integralmente 22 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

L'indice di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

<br/><b>Introduzione</b> <br/> <br/><b>PARTE PRIMA: SVILUPPO DELLA POLITICA DI SICUREZZA E DIFESA </b> <br/> <br><b>1) Antefatti </b><br/> 1.1 L'idea della Comunit&agrave; Europea di Difesa<br/> 1.2 La politica europea in materia di difesa nel periodo della guerra fredda<br/> <br><b>2) Il Trattato di Maastricht: nasce la Politica Estera di Sicurezza Comune </b><br/> <br><b>3) I fase: l' ''infanzia'' della politica di sicurezza comune </b><br/> 3.1 Missioni di Petersberg<br/> 3.2 Nascita della IESD all'interno della NATO<br/> 3.3 Il Trattato di Amsterdam<br/> 3.4 Le convergenze politiche del 1998 <br/> 3.4.1 La ''Lettera di Intenti''<br/> 3.4.2 La Convenzione OCCAR<br/> 3.4.3 La dichiarazione di Saint Malo: nasce la Politica Europea di Sicurezza e Difesa<br/> <br><b>4) II fase: l' ''adolescenza'' della politica di sicurezza e lo sviluppo della politica di difesa </b><br/> 4.1 Consiglio europeo di Colonia: il lancio della Politica Europea di Sicurezza e Difesa e la nomina dell'Alto Rappresentante per la PESC <br/> 4.2 Definizione dell'obiettivo primario militare e civile<br/> 4.3 Trasferimento di funzioni dalla UEO all'UE <br/> 4.4 Il Trattato di Nizza<br/> <br><b>5) Fine della II fase: il cambiamento dello scenario internazionale e il pericolo del terrorismo </b><br/> 5.1 Introduzione<br/> 5.2 La risposta europea all'attacco terroristico dell'11 settembre 2001<br/> <br><b>6) III fase: la sicurezza e la difesa oggi e prospettive istituzionali future</b><br/> 6.1 La risoluzione del conflitto UE-NATO: l'intesa Berlin-plus<br/> 6.2 Strategia Europea di Sicurezza<br/> 6.3 Il nuovo obiettivo primario militare<br/> 6.4 L'Agenzia Europea di Difesa<br/> 6.5 Il Trattato di Lisbona<br/> 6.6 Prospettive e considerazioni<br/> <br><b>7) Le politiche esterne dell'Unione Europea: un complemento alla politica di sicurezza </b><br/> 7.1 Introduzione<br/> 7.2 Area intracontinentale<br/> 7.3 Area mediterranea<br/> 7.4 Area orientale <br/> <br><b>8) Integrazione in materia di politica estera, di sicurezza e difesa</b><br/> 8.1 Chiave di lettura secondo le Relazioni Internazionali<br/> 8.2 Nota geopolitica<br/> <br/><b>PARTE SECONDA: STRUMENTI </b> <br/> <br><b>1) Forze Armate dei Paesi europei </b><br/> <br><b>2) Forze comuni</b><br/> 2.1 Introduzione<br/> 2.2 Siaf<br/> 2.3 Eurofor<br/> 2.4 Euromarfor<br/> <br><b>3) Industria europea della difesa </b><br/> 3.1 Analisi generale<br/> 3.2 Alcuni programmi comuni <br/> 3.2.1 Eurofighter <br/> 3.2.2 Orizzonte <br/> 3.2.3 l'U212 <br/> 3.2.4 Fremm <br/> <br><b>4) Sistema di posizionamento satellitare Galileo e sua importanza strategica </b><br/> <br/><b>PARTE TERZA: ATTIVIT&Agrave; OPERATIVA </b> <br/> <br><b>1) Introduzione </b><br/> 1.1 Operazioni militari<br/> 1.2 Operazioni civili e di polizia <br/> <br><b>2) Operazione Concordia nella ex Repubblica Jugoslava di Macedonia </b><br/> 2.1 Contesto<br/> 2.2 Intervento <br/> 2.3 Considerazioni <br/> <br><b>3) Operazione EUFOR - Althea in Bosnia-Erzegovina </b><br/> 3.1 Contesto<br/> 3.2 Intervento <br/> 3.3 Considerazioni <br/> <br><b>4) Operazione EUFOR - RD Congo </b><br/> 4.1 Contesto<br/> 4.2 Intervento <br/> 4.3 Considerazioni <br/> <br><b>5) Operazione EUFOR TCHAD/RCA in Ciad e nella Repubblica Centrafricana </b><br/> 5.1 Contesto<br/> 5.2 Intervento <br/> 5.3 Considerazioni<br/> <br><b>6) Operazione EULEX KOSOVO </b><br/> 6.1 Contesto<br/> 6.2 Intervento<br/> 6.3 Considerazioni<br/> <br/><b>Conclusioni</b> <br/> <br><b>Allegati </b><br/> 1. Sintesi delle operazioni UE<br/> 2. Dettaglio delle Forze Armate europee<br/> 3. Dettaglio delle Marine europee e degli aeromobili imbarcati dalle portaerei USA<br/> <br/><b>Bibliografia</b> <br/>

Indice della Tesi di Simone Venturini

Indice della tesi: La dimensione militare dell'Unione Europea. Sviluppi politici, strumenti, attività operativa, Pagina 4